Loading...

Colostro: quando arriva?

Il colostro rappresenta una fonte preziosa di nutrienti per il neonato. Si tratta di un liquido dalla consistenza densa e dal colore giallastro che precede la fuoriuscita del latte vero e proprio.

È importante che il bambino assuma il colostro poiché contiene numerose sostanze per rafforzare il suo sistema immunitario: nutrienti come proteine, sali minerali, vitamine e fattori di crescita che favoriscono lo sviluppo e la differenziazione cellulare.

Ma quando arriva di preciso il colostro? In che momento le donne iniziano a produrlo? Quando e come darlo al bambino? Scopriamolo insieme nelle prossime righe.

A ogni donna i suoi tempi

Come per molte altre cose, anche nel caso della produzione del colostro i tempi possono variare da persona a persona. Alcune donne registrano la sua produzione già a partire dai primi 90 giorni di gravidanza.

In generale è dal terzo trimestre di gravidanza, ossia in prossimità del parto, che l’organismo inizia a produrlo. Tant’è che in alcuni casi può fuoriuscire dal seno nelle fasi terminali della gravidanza stessa.

In ogni caso è durante il parto – in particolare quando la placenta viene espulsa – che avviene la spinta decisiva alla formazione del colostro e all’inizio della fase di produzione del latte. Questo, invece, fuoriesce dopo circa 3-4 giorni dal parto.

Come e quando darlo

Proprio perché si tratta di una sostanza molto importante per la salute e lo sviluppo del bambino, il colostro andrebbe dato il prima possibile o comunque circa 2 ore dopo il parto. Possono bastare anche poche gocce.

L’istinto di suzione del bambino è molto alto in questa fase, per cui potrebbe essere più facile per lui attaccarsi al seno e dare il via alla sua prima esperienza di poppata. Il personale medico va avvertito della volontà della madre di attaccare il bambino al seno sin da subito.

Se il bambino ha difficoltà a succhiare, non bisogna agitarsi. Se alla donna è stata fatta un’epidurale, questa potrebbe rendere il bambino meno reattivo. In questo caso basta spremere i capezzoli tra l’indice e il pollice per far fuoriuscire il colostro e trasferirlo direttamente nella bocca del neonato in modo che questo possa ingerirlo.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2021 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons