Loading...

Come portare i bimbi al supermarket senza impazzire

Andare al supermercato può essere stressante già di per sé, figuriamoci se si portano dietro i bambini, soprattutto quelli più piccoli. La confusione, le corsie piene di gente o la fila alla cassa possono sembrare difficili da sopportare senza perdere la pazienza.

Tuttavia ci sono diversi modi per fare la spesa assieme ai bambini senza stress eccessivi per la mamma e per il bambino stesso. Il concetto chiave è quello di coinvolgere il bambino e di motivarlo.

Non sapete come farlo? Niente panico, nelle prossime righe vi daremo un paio di trucchetti per portare i vostri bambini al supermarket senza problemi. Continuate a leggere.

Qualche regola e tanto coinvolgimento

Il primo trucco per portare i bimbi al supermercato senza dare di matto è quello di fissare delle regole prima ancora di iniziare le compere. È importante che il bambino sappia cosa è concesso e cosa no, e quale sarà la ricompensa se si comporterà bene (anziché parlare di punizioni se farà il cattivo).

I patti possono essere “se camminerai al mio fianco ti comprerò quel gelato che ti piace”. I bambini, soprattutto quelli più piccoli, devono avere una motivazione allettante per non farsi trascinare da una tentazione così grande come quella del supermercato.

Anche chiedere la partecipazione e l’aiuto del bambino è molto utile e di certo evita che il piccolo si annoi e si spazientisca. Gli si può chiedere di prendere un prodotto alla sua altezza e di metterlo nel carrello, oppure di tenerlo in mano fino alla cassa, etc.

La spesa come un gioco

La mamma può anche proporre un gioco al bambino per richiamare – e mantenere – la sua attenzione. Un’idea, se non è troppo piccolo, è quella di proporgli un quiz, ad esempio: “Manca una cosa che beviamo a colazione, mi dici cos’è?”.

Persino stare seduto sul carrello può essere un gioco divertente per lui. Il carrello della spesa potrebbe diventare una giostra speciale dove solo i bambini possono andare.

Infine potrebbe essere utile sfruttare il tempo della spesa per insegnare nuove cose al bambino. Ad esempio i nomi delle verdure e della frutta, o quello dei pesci se è compreso anche il reparto pescheria. In questo modo fare le compere, più che stressante, potrà essere educativo.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2021 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons