Loading...

DAD: meglio imparare a non intromettersi troppo

Come ormai ben sappiamo, la didattica a distanza è diventato il modo principale per fare scuola durante l’emergenza Covid. Con questo sistema si sono ricreate delle classi virtuali in cui avvengono le lezioni online.

Mentre il “vecchio” sistema scolastico prevedeva un confronto diretto tra insegnanti e alunni all’interno delle mura dell’edificio scolastico, la novità principale della Dad è stata la presenza (non sempre richiesta) dei genitori.

Alcuni suggerimenti per i genitori

Sono stati tanti gli episodi di “invasione di campo” di genitori durante le videoconferenze. Su Youtube o Facebook alcuni video più divertenti riguardanti questi momenti sono diventati virali e hanno portato una risata in un momento buio.

Nella realtà dei fatti questi coinvolgimenti sono elementi di disturbo sia per il figlio, che vede violata la sua autonomia e i suoi spazi privati, che per gli insegnanti. La lezione, anche se fatta da casa, deve rimanere un momento che riguarda solo il bambino e il suo grado di attenzione.

Anche durante le lezioni online il ragazzo deve affrontare da solo le sfide dell’apprendimento, le novità, imparando a capire i suoi limiti e potenziare le sue capacità. Lo stesso vale per l’insegnante che deve restare la guida principale dello spazio dedicato all’istruzione.

Come si possono aiutare i bambini durante la Dad?

I genitori possono aiutare concretamente i propri figli in Dad creando un ambiente sereno e stimolante. Per prima cosa, bisogna scegliere una zona della casa che permetta allo studente di seguire le lezioni in tutta tranquillità.

La cameretta è il luogo ideale, poiché rappresenta già uno spazio fisico personale del bambino. Se in casa ci sono due o più bambini, si può optare per un sistema di alternanza nell’utilizzo della stanza. Ovviamente cercate di non interrompere o disturbare il bambino che si trova nel soggiorno o in cucina.

Anche mantenere sani comportamenti quotidiani in tempo di pandemia può incoraggiare l’apprendimento: ad esempio, alzarsi prima per fare colazione e prepararsi aiuterà il bambino a concentrarsi meglio durante la lezione.

L’alimentazione è un altro aspetto da non sottovalutare. È importante scegliere i giusti alimenti che danno la carica necessaria e non appesantiscono.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2021 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons