Loading...

Dolori e fastidi post parto: come alleviarli?

Affrontare in modo sano il post gravidanza permette di dedicarsi con maggiore impegno e passione alla nuova vita. Ci sono due fattori dai quali dipende la guarigione post parto: l’intensità delle doglie e la modalità con il quale si partorisce.

A prescindere che sia naturale o cesareo, i giorni successivi a questi due tipi di parto sono diversi tra loro. Bisogna affrontare i disagi causati da un eventuale episiotomia e dai punti.

Ci sono altre conseguenze dovute alla gravidanza, vediamo quali sono e a quali rimedi ricorrere.

Cosa accade dopo il parto

Dopo il parto, la grande maggioranza delle donne potrebbe andare incontro a diversi fastidi e disagi, come:

  • Dolori addominali e all’utero;
  • Emorragie come pesanti flussi mestruali;
  • Contrazioni post-parto;
  • Capezzoli irritati e screpolati;
  • Dolori dei punti.

Durante un parto naturale è possibile avere una lacerazione o essere sottoposte ad un’episiotomia. L’episiotomia consiste nell’incisione del perineo e della parte posteriore della vagina. Viene effettuato in fase espulsiva per allargare l’orifizio vaginale. In questa circostanza avere dolori al perineo è normale.

Invece, durante la guarigione dal parto cesareo ci può essere una serie indeterminata di difficoltà. Il dolore alla ferita può essere molto forte, le prime 36/48 ore sono le più difficili. Le complicazioni che si possono avere sono:

  • Grumi di sangue molto grandi nei lochi;
  • Noduli dolorosi, rossi e caldi nei seni;
  • Emorragie vaginali violente e con un cattivo odore;
  • Brividi di freddo e febbre;
  • Dolore o fastidio nel basso addome.

Come riprendersi dal parto e curare le ferite

I punti utilizzati per ricucire la ferita dell’episiotomia sono riassorbibili in 10 giorni. Per alleviare il dolore della ferita è bene fare dei bagni caldi o usare una borsa del ghiaccio.

Meglio non stare troppo sedute o troppo in piedi. Se urinando si prova bruciore, si può provare a farlo sotto un getto d’acqua fredda. Subito dopo il parto cesareo, invece, si resta attaccati alla flebo e con il catetere. Per alleviare i dolori vengono somministrati analgesici.

Uno dei modi per favorire la ripresa è alzarsi il prima possibile, cominciando a sedersi sul bordo del letto. È importante tenere compressa la zona della ferita, quindi è fortemente consigliato l’uso della panciera.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2021 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons