Loading...

Misurazione ossigeno: serve farla anche ai bambini?

Alcuni di noi hanno già avuto a che fare con la misurazione dell’ossigeno nel sangue. Anche perché oggi bastano un contapassi o uno smartwatch di gamma media per potersi misurare anche questo valore, persino quando si è in buona forma fisica e non se ne conosce la reale necessità.

Chi ha problemi particolari di salute, invece, può essere obbligato a tenere sotto controllo questo valore.

Ma chi è genitore, come deve comportarsi rispetto ai propri figli? Serve fare la misurazione dell’ossigeno ai bambini? A che età e quando? Vediamo di fare chiarezza.

Misurazione ossigeno: come e perché

La saturazione dell’ossigeno nel sangue – o più precisamente, nell’emoglobina contenuta nel sangue – deve oscillare sempre poco al di sotto del 100%. Generalmente si parla di valori che vanno dal 99% al 96-95%. Si misura con uno strumento detto saturimetro, pratico e veloce.

Funziona come una molletta dentro la quale bisogna inserire un dito per pochi secondi, poi un display comunica il risultato. Oggi esistono saturimetri anche per bambini sotto i 12 anni, pensati per dita più piccole e dal design più colorato e accattivante.

Ma è un dispositivo così fondamentale e indispensabile? Noi consigliamo di controllare l’ossigeno ai bambini specialmente in caso di patologie dell’apparato respiratorio, circolatorio ed ematico.

Soprattutto in tempi di covid, il saturimetro permette di diagnosticare problemi in questi ambiti prima ancora che si manifestino dei sintomi.

Saturimetro e bimbi

Per i neonati e i bambini sotto i 2 anni vale lo stesso discorso, ma tieni presente che per loro il saturimetro è diverso. Consiste in una fascetta da attaccare alla mano o al piede del piccolo.

Sappi anche che diversi genitori riferiscono di valori piuttosto sballati anche nei loro figli sani. Questo perché basta poco per ottenere un risultato poco o per niente preciso. I più piccoli, specialmente, si muovono molto di più, perciò i valori errati sono molto frequenti.

Ricorda, infine, che le bambine non devono avere lo smalto sulle unghie, poiché questo rende la lettura ancora più difficile. Per qualsiasi dubbio, rivolgiti al tuo pediatra di fiducia.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2021 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons