Loading...

Aceto: è davvero utile contro i pidocchi?

PidocchiQuando i pidocchi infestano la testa dei nostri piccoli, siamo sempre alla ricerca di rimedi naturali che possano aiutare il nostro bambino a superare il problema possibilmente senza ricorrere ad agenti chimici forti, che potrebbero causare effetti collaterali importanti.

Tra i rimedi naturali più conosciuti c’è l’aceto di vino, uno dei prodotti usati sin dall’antichità per sbarazzarsi dei fastidiosissimi parassiti. Ma è davvero utile contro i pidocchi? Oppure si tratta di un rimedio che lascia il tempo che trova? Vediamolo insieme.

Quanto funziona?

L’aceto non è una soluzione definitiva contro i pidocchi. È infatti utile per andare a sradicare i pidocchi più giovani, quelli che purtroppo non sono in grado ancora di deporre le uova.

Il suo effetto a volte si estende anche nei confronti delle uova, in questo caso andando davvero ad arrestare la proliferazione dei parassiti.

Non si tratta comunque di un agente che è efficace nei confronti dei pidocchi maturi, e quindi non deve essere in alcun modo utilizzato come unica soluzione per il problema in questione.

Comunque utile

L’aceto è comunque utile al fine di una profilassi completa nei confronti dei pidocchi ed è per questo che molti dottori continuano a consigliarne l’uso, nonostante come abbiamo detto prima non sia assolutamente in grado di andare a rimuovere completamente i pidocchi.

Quale aceto si usa?

Essendo la componente acidica quella che va a “rimuovere” i pidocchi, sarà meglio utilizzare nell’ordine:

  • Aceto bianco;
  • Aceto di vino rosso;
  • Aceto di mele.

Ad ogni modo qualunque tipo di aceto, compreso quello di riso, andrà più che bene.

Come si usa?

L’aceto va mescolato con acqua, in proporzione 1:1. Questo vuol dire che ogni 100 ml di acqua ne dovremo aggiungere 100 di aceto. Versiamolo sui capelli e massaggiamo per bene, cercando di raggiungere il cuoio capelluto nella sua interezza. Copriamo poi con una busta di plastica.

Dopo 30 minuti, passiamo con un pettine da pidocchi (lo trovate in farmacia) e cominciamo a raccogliere i parassiti e le uova. Si tratta di una procedura da svolgere con la massima calma, dato che si tratta di quella più importante per l’efficace rimozione dei pidocchi.

Questa procedura si dovrebbe ripetere a distanza di 2–3 giorni per ottenere il massimo risultato.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons