Loading...

Adottare un bambino, una discussione

Adottare un bambino non è un processo facile e veloce, ma è di certo un grande atto di amore per chi purtroppo non ha più una famiglia. I bambini abbandonati hanno bisogno di cure come tutti gli altri e ritrovarsi praticamente soli durante l’infanzia è davvero dura.

Per questa ragione le persone che decidono di adottare fanno un grandissimo atto di amore, dare una casa amorevole ad un bambino abbandonato è davvero lodevole.

Se state pensando di adottare un bambino devi sapere che dovrai passare diverse fasi, ma se corrisponderete ai requisiti arriverà e sarà a casa con voi.

Vediamo ora di conoscere le fasi principali dell’adozione in modo da capire come muoversi e a chi rivolgersi. Di certo si tratta di un argomento complesso, ma cercheremo di parlare in modo chiaro e conciso delle fasi più importanti per l’adozione.

Le fasi principali

La prima cosa da fare è rivolgersi al tribunale dei minori per avere le informazioni necessarie. Al tribunale di competenza (che è quello della vostra residenza) vi indicheranno la documentazione da fornire (può variare).

Una volta ottenuti i documenti richiesti, bisogna sottoporsi ad alcuni controlli degli assistenti sociali che verificheranno l’idoneità della coppia all’adozione.

Se la coppia viene definita idonea viene messa in lista e si cerca il bambino compatibile. Seguiranno alcuni incontri con il bambino e successivi ulteriori controlli.

Il bambino e la coppia iniziano così a conoscersi e ad instaurare un rapporto. Si inizia il periodo di affidamento preadottivo e se tutto va a buon fine si procede con l’adozione definitiva.

  • Per l’adozione internazionale le fasi sono simili.

Una volta che la coppia sarà risultata idonea dovrà scegliere uno degli enti autorizzati dalla Commissione per le adozioni internazionali per cercare il bambino compatibile e per i vari controlli. Le fasi precedenti e quelle seguenti sono in genere le stesse.

Requisiti

I requisiti principali per l’adozione sono:

  • Essere sposati da almeno 3 anni o essere sposati e aver già convissuto almeno 3 anni;
  • Rispettare i limiti di età per l’adozione (il membro più giovane deve avere una differenza di età che sia non meno di 18 e non più di 45 anni rispetto al potenziale figlio adottivo).

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

© 2022 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons