Loading...

Allattamento dopo il primo anno: si può?

allattamento al senoL’allattamento al seno dopo il primo anno del bambino è uno degli argomenti più dibattuti tra mamme, nonne e specialisti e, per motivi che francamente ci sfuggono, uno di quei temi che sono in grado di dividere radicalmente in due schieramenti le persone interessate.

Ci si chiede se sia corretto continuare ad allattare il bimbo successivamente al primo anno, se questo sia adeguato non solo a livello alimentare, ma anche a livello comportamentale per il bambino. Vediamo insieme come comportarci.

Cosa dice l’OMS?

In realtà sulla questione è intervenuta in modo abbastanza risolutivo l’Organizzazione Mondiale della Sanità. La più importante delle istituzioni che si occupano di salute, infatti, raccomanda alle mamme non solo l’allattamento esclusivo al seno per i primi 6 mesi, ma anche di proseguire, ove fosse possibile, fino ad oltre i due anni di vita.

Si tratta però forse più che di una raccomandazione vera e propria, dell’ammissione dell’esistenza di una possibilità del genere, cosa che non dovrebbe farvi sentire come obbligate a cercare di allattare fino al secondo anno di età del bimbo.

Quello che l’OMS tiene a sottolineare è che non ci sono problemi di sorta per chi voglia prolungare l’allattamento oltre il primo anno di età.

Non è vero che vizia il bambino

Non è assolutamente vero che l’allattamento vizia il bambino. Prolungare l’allattamento infatti non sembrerebbe avere alcun tipo di ripercussione sull’affetto, l’emotività e il carattere sociale del bambino.

Se siete circondate da persone che insistono sulla non salubrità di questa pratica, invitatele, per una volta, al silenzio.

Non c’è nessun motivo per privarsi della serenità in relazione a questa pratica, che deve essere davvero considerata come normale e come addirittura indicata, anche dalle principali agenzie che si occupano di salute.

Secondo un recente studio…

Secondo un recente studio, l’allattamento al seno sarebbe in grado addirittura di migliorare il rapporto tra mamma e bambino. Si ritiene, secondo questo recentissimo studio, che possa conferire al bambino inoltre una maggiore sicurezza personale e una consapevolezza nei propri mezzi e carattere.

Inoltre, il latte materno, essendo ricco di acidi grassi essenziali a catena lunga, favorisce lo sviluppo dei neurotrasmettitori.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons