Loading...

Allattamento: la guida di base

allattamento al senoIl periodo dell’allattamento al seno è uno de più delicati, non solo per la neomamma, ma anche, e soprattutto, per il piccolo appena nato in quanto è proprio dal latte materno che trae tutte le sostanze nutritive di cui ha bisogno per un normale sviluppo.

Quali sono i vantaggi dell’allattamento al seno? Fa male allattare al seno? Quando inizia l’allattamento al seno? Allattare a lungo può causare dei problemi al bambino? Se stai per avere un figlio e vuoi trovare una risposta a tutte queste domande, allora stai leggendo l’articolo che fa per te!

Quali sono i vantaggi dell’allattamento al seno?

E’ risaputo che, per chi ha la possibilità di farlo, allattare al seno, quindi con il latte materno, è meglio che allattare con il latte artificiale, ma perché? Il latte materno può dare al bambino tanti diversi benefici, soprattutto per quanto riguarda le sostanze nutritive.

E’ stato inoltre dimostrato che, l’allattamento al seno, protegge il bambino da diverse condizioni patologiche, come quelle citate in seguito:

  • Infezioni alle vie respiratorie;
  • Otite;
  • Gastroenterite;
  • Linfomi;
  • Leucemie.

Il latte materno, inoltre, riduce il rischio di morte in culla e garantisce al bambino una protezione maggiore rispetto a quello artificiale.

Si tratta di una procedura dolorosa oppure no?

Questa è una domanda che affligge molte neo-mamme che, fino alla prima poppata, rimangono con un dubbio, misto ad emozione e curiosità. Ovviamente, all’inizio, allattare al seno potrebbe provocare un certo fastidio, ma non possiamo parlare di dolore.

Tuttavia, in alcuni casi il bambino potrebbe non attaccarsi correttamente alla mammella, oppure potrebbero essere presenti delle condizioni al seno, come le ragadi, che provocano dolore durante l’allattamento.

In questi casi sarebbe opportuno chiedere un parere al medico per rendere l’allattamento più facile e meno doloroso. Probabilmente ti verranno prescritti dei farmaci ma, se segui al dettaglio i consigli del medico, questo problema può essere risolto in poco tempo.

Quando bisogna iniziare? E per quanto tempo?

Se la situazione lo permette, il neonato andrebbe attaccato al seno subito dopo la nascita, assicurandosi che prenda bene tutta l’areola e non solo il capezzolo, così da evitare ragadi e dolore.

Al contrario di come molti credono, allattare al seno il proprio bambino per un lungo periodo di tempo, non crea nessun tipo di problema, nemmeno oltre un anno di età del piccolo.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons