Loading...

Amniocentesi: devo farla per forza?

E' obbligatorio fare l'amniocentesi?

Tutte le donne che hanno partorito almeno una volta nella vita, hanno sentito parlare di amniocentesi.

Che cos’è l’amniocentesi?

Per amniocentesi si intende uno specifico esame diagnostico che viene fatto tra la quindicesima e la diciottesima settimana di gravidanza, per verificare la presenza di eventuali anomalie.

In cosa consiste?

L’esame diagnostico consiste nell’introduzione di un ago, nell’addome della donna, che arriva fino al sacco amniotico.

A questo punto viene prelevata una quantità minima di liquido amniotico che servirà poi per essere analizzata.

Bisogna farla per forza?

L’amniocentesi non è obbligatoria. Sta solo a voi decidere se farla oppure no.

Nonostante ciò, però, alcuni medici consigliano quest’esame alle donne gravide che hanno raggiunto il trentacinquesimo anno di età o nel caso in cui ci siano particolari patologie in famiglia.

Quali sono i rischi?

Dopo aver fatto l’amniocentesi, si potrebbe verificare una situazione in cui le cellule staminali non aumentano in coltura. Questo potrebbe portare la donna a dover ripetere per forza l’esame.

La ripetizione dell’esame è, in linea di massima, l’unico rischio che potrete correre nel sottoporvi all’amniocentesi.

Un caso a parte merita il rischio di aborto. Secondo alcuni studi, però, la percentuale del rischio di aborto dopo essere state sottoposte all’amniocentesi, aumenta con l’avanzare dell’età.

Il motivo per il quale i medici sono favorevoli all’amniocentesi è l’aspettativa che potranno avere i genitori. Dopo nove mesi, una coppia si aspetta di poter accogliere tra le braccia un neonato sano e vegeto. Quando questo non succede, perchè magari non ci si è sottoposti all’amniocentesi, è veramente difficile accettare la realtà.

Quanto bisogna attendere per le risposte?

L’esame tradizionale, prevede un’attesa massima di 20 giorni. Per le anomalie relative ai cromosomi Y e X, invece, bisogna attendere soltanto 2 giorni.

In breve tempo, dunque, vi sarà concesso avere delle risposte esaustive sulla salute del vostro piccolo e ridurre notevolmente l’ansia che vi ha accompagnato fino a quel momento.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons