Loading...

Anello anticoncezionale e malattie veneree: la guida OK

anello vaginaleL’anello anticoncezionale è una delle utilissime trovate in materia di anticoncezionali. Diciamo immediatamente che l’anello può essere utilizzato a seguito di apposite analisi che confermeranno che potete utilizzare anticoncezionali.

Non tutte le donne possono assumere delle dosi di ormoni, in quanto potrebbero avere degli effetti collaterali. L’anello vaginale va inserito come di solito si fa con un assorbente interno e si consiglia di inserirlo in una posizione comoda per evitare che l’anello sia inserito male e non rimanga in sede.

L’anello vaginale rilascia gli ormoni direttamente in vagina e va lasciato in sede per tre settimane, una volta tolto ricompare il ciclo e ne va reinserito uno nuovo dopo una settimana dal giorno in cui l’avete tolto.

Anello vaginale e malattie veneree

L’anello vaginale ha il compito di proteggervi da gravidanze indesiderate, ma di certo non potrà evitarvi di contrarre malattie veneree. Anzi! Se siete soggetti particolarmente sensibili e notate che l’anello vi provoca lesioni, il rischio potrebbe addirittura aumentare.

Nel caso in cui l’anello vi provochi lesioni, consultate immediatamente il vostro ginecologo e smettete di utilizzare l’anello. L’anello non dovrebbe avere alcun tipo di effetto sulla cute e se la vostra si sensibilizza, vuol dire che non è il metodo contraccettivo adatto a voi.

Non creando alcuna barriera tra voi e il partner, l’anello non vi fornisce alcuna protezione per le malattie veneree, quindi se avete rapporti occasionali, utilizzate il preservativo.

L’anello vaginale è molto comodo contro le gravidanze indesiderate, non c’è bisogno di ricordarsi ogni giorno di prendere pillole e se vi sentite male, avete nausee, vomito o diarrea, essi non interferiscono con l’efficacia del dispositivo.

Contrariamente la pillola, se viene espulsa durante un attacco di diarrea o di vomito, non assicura l’efficacia anticoncezionale. Quindi l’anello risulta un metodo molto efficace contro le gravidanze indesiderate.

Minimizza anche i fastidi dovuti all’aumento di peso anche se è annoverato tra gli effetti collaterali. Gli ormoni, passando direttamente in vagina e non dovendo affrontare il lungo giro dallo stomaco, diventano immediatamente attivi, contrariamente alla pillola che ha bisogno di un periodo di tempo prima di funzionare. Ripetiamo che non protegge contro le malattie veneree, quindi usate il preservativo.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons