Loading...

Bevande all’aloe in gravidanza: perchè è meglio evitarle

Le bevande all’aloe sono in genere benefiche e salutari, ma durante la gravidanza tutto cambia.

Purtroppo in una fase così particolare queste bevande non sono consigliate perché possono avere un gran numero di effetti collaterali sia sulla mamma che sul piccolo.

Perché le bevande a base di aloe sono controindicate in gravidanza? Lo vediamo insieme nella nostra guida di oggi. Continua a leggere.

Pericoli dell’aloe in gravidanza

Anche se le odierne bevande all’aloe, o a base di aloe, sono controllate e non contengono sostanze nocive, è sempre meglio evitarne il consumo in gravidanza.

Ci sono prodotti alternativi e assolutamente sicuri che possono avere benefici molto simili, quindi perché rischiare la propria salute e quella del piccolo per non cambiare un’abitudine così semplice?

Assumere l’aloe in gravidanza può causare diarrea e crampi addominali e, se consumato in dosi massicce, può persino aumentare il rischio di aborto spontaneo.

Anche per uso cutaneo è meglio evitare ed utilizzare altri prodotti. Meglio non rischiare. Chiedi al tuo medico cosa fare in caso di piccoli fastidi alla pelle.

Le alternative

Quali sono le alternative al consumo di aloe? Sicuramente l’olio di cocco. Per uso alimentare aiuta a:

  • Combattere la stitichezza;
  • Lenire il bruciore di stomaco;
  • Ridurre le nausee al mattino.

Per uso cosmetico aiuta a:

  • Nutrire la pelle;
  • Combattere le smagliature;
  • Nutrire e disciplinare i capelli.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2020 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons