Loading...

Bonus bebè 2015: cos’è, come richiederlo, a quanto ammonta

bonus bebè 2015Nella legge di stabilità 2015 il governo guidato da Renzi si è impegnato a rinnovare il contributo per i bebè che aveva fatto il suo esordio, anche se in altre forme, ormai qualche anno fa.

Si tratta di un contributo netto dello Stato che fa arrivare, nelle tasche di chi ha avuto un bambino, una somma che si aggira intorno agli 80€ mensili.

Ma che cos’è nel dettaglio il bonus bebè? A quanto ammonta di preciso? Come richiederlo? Quali sono i requisiti?

Il primo requisito: il bambino

Per richiedere il bonus bebè 2015 c’è ovviamente bisogno del quid, ovvero del bambino. Chiunque abbia partorito un bambino (sia con parto naturale che cesareo) o ne abbia adottato uno ha diritto al bonus bebè, a patto che rientri in alcuni indicatori finanziari di cui parleremo tra pochissimo.

La nazionalità della mamma e la nascita del bambino

Hanno diritto al bonus bebè le mamme che:

  • siano cittadine italiane
  • siano cittadine europee
  • siano extra-comunitarie ma con regolare permesso di soggiorno

Il bambino deve essere nato o essere stato adottato nel 2015. Il bonus non può essere richiesto da chi ha partorito o ha adottato un bambino prima del 1 Gennaio 2015.

I requisiti finanziari: l’indice ISEE

Chi ha avuto un figlio o un fratello all’università avrà già fatto la conoscenza dell’indice ISEE. Si tratta di un indicatore che, tenendo conto di redditi e patrimonio fornisce una stima della ricchezza e delle disponibilità economiche di un nucleo famigliare. 

Come calcolarlo?

L’indice ISEE può essere calcolato da uffici di sindacati e dai centri CAF, che gratuitamente forniscono, documenti alla mano, il documento che attesti l’indice ISEE della vostra famiglia.

Quali sono i limiti entro i quali rientrare?

Per ottenere il contributo di 80€ è necessario che il nucleo famigliare non superi l’indice ISEE di 25.000€ per anno.  Per chi ha un indice ISEE che è invece inferiore ai 7.000€ l’anno il contributo raddoppia, e diventa di 160€ al mese.

A quanto ammonta il bonus bebè?

Il contributo è calcolato per ogni bambino, quindi in caso di due bambini avrete diritto al doppio del contributo, in caso di 3 bambini al triplo e così via. Si tratta di un bonus calcolato su base mensile, e che a seconda del vostro limite ISEE sarà di:

  • 80€ al mese per chi ha un indice ISEE tra i 7.001€ e i 25.000€
  • 160€ al mese per chi ha un indice ISEE tra 0 e 7000€ annuali

Per quanto tempo viene erogato

Il bonus bebè viene erogato per 36 mesi dalla nascita del bambino o, nel caso in cui il bambino fosse adottato, per 36 mesi dall’ufficializzazione dell’adozione. Non c’è modo per prolungare questo contributo.

Dove va richiesto il bonus bebè?

Il bonus bebè va richiesto, con l’indice ISEE e i certificati di nascita o di adozione in mano, presso l’ufficio INPS della vostra provincia di residenza.

Una volta entrati nell’ufficio dovrete chiedere allo sportello presso quale ufficio dovrete recarvi, dato che purtroppo ogni ufficio INPS nazionale ha accorpato questo tipo di erogazione ad un diverso ufficio, motivo per il quale non possiamo darvi indicazioni più precise su come operare una volta all’interno dell’ufficio.

Il contributo non fa reddito

Il contributo bebè, stando a quanto riportato dalla legge che lo ha introdotto, non costituirà reddito. Non sarà dunque tassabile e tantomeno pignorabile, in quanto rientra, legalmente parlando, nella stessa forma degli alimenti dovuti a moglie e bambini.

Anche chi ha problemi di tipo economico può dunque richiedere il contributo senza problemi, certi che neanche i nostri creditori potranno aggredire questo piccolo, seppur importante, contributo.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons