Loading...

Bonus bebè: le regole attuali

In questo momento di difficoltà economiche per molte famiglie italiane, complice anche la situazione che si è venuta a creare in seguito al COVID-19, il governo ha pensato di attuare delle soluzioni a sostegno della natalità rifinanziando il bonus bebè 2020.

Il nuovo decreto oltre a stanziare più fondi per non lasciare fuori nessuno, ha introdotto anche nuove regole per l’accesso e la fruizione del bonus stesso.

Con il nostro articolo di oggi cercheremo di fare il punto su questi aspetti provando a chiarire le linee guida che sono alla base di questo aiuto per i nuovi genitori. Vediamo di approfondire meglio il discorso.

Cosa prevede il bonus?

Il bonus bebè prevede, dopo l’ultimo decreto legge, un assegno che va dagli 80 ai 160 euro a seconda del reddito Isee della famiglia che lo richiede per ogni nuovo figlio anche se esso viene adottato o affidato.

Oltre a questo tipo di aiuto, della durata di 12 mesi, attualmente i nuovi genitori possono accedere anche a:

  • Bonus asilo nido per i redditi più bassi ed entrambi i genitori impiegati;
  • Congedo di paternità fino a 7 giorni;
  • Bonus latte artificiale fino a 400 euro complessivi.

Vediamo ora chi può accedere ai bonus.

Chi può accedervi?

Avranno accesso tutti i nuovi genitori con reddito famigliare inferiore a 40 mila euro annui e ovviamente sono previste fasce di reddito:

  • Bonus di 80 euro per chi ha un reddito di 40.000 euro;
  • Bonus di 120 euro per chi oscilla tra i 7001 ed i 40.000 euro;
  • Bonus di 160 euro per tutti i redditi pari o inferiori a 7000 euro.

Inoltre l’assegno corrisposto sarà maggiore, per il secondo figlio, a quello già previsto e verrà infatti aggiunto un ulteriore 20%.

Come e dove richiederlo

Il bonus bebè 2020 va richiesto in tutte le regioni d’Italia tramite apposita domanda mediante CAF o direttamente al proprio comune di residenza.

Bisognerà allegare alla propria richiesta il calcolo dell’ISEE del passato anno in modo che possa essere così stabilita la fascia di reddito ed il valore del bonus corrispondente.

Per presentare la domanda non ci sono termini di tempo e non c’è il rischio che i fondi finiscano, visto che il bonus bebè è stato appena rifinanziato e coprirà tutto il 2020.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

© 2022 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons