Loading...

Candida da pannolino: cos’è e come combatterla

candida pannolinoQuando parliamo di candida da pannolino, ci riferiamo ad un fenomeno molto comune, che colpisce la stragrande maggioranza degli infanti che subiscono danni al derma derivanti, appunto, dall’uso del pannolino.

Parliamo però di un problema che spesso non è candidosi, ed è per questo motivo che abbiamo preparato questo articolo, con lo scopo di permettervi di riconoscere questo particolare problema e di prendere le giuste contromisure.

Il pannolino: ambiente non asettico

Purtroppo i pannolini, per quanto si possano essere evoluti, sono ambienti poi non molto adatti al sederino di un bambino. Sono umidi (sì, anche se cambiate spessissimo il vostro piccolo), sono spesso sporchi e vanno a creare quelle condizioni ambientali che causano il proliferare di batteri e funghi.

Nonostante si siano fatti davvero moltissimi passi avanti a questo proposito, il problema continua a riproporsi con una certa frequenza.

Irritazione, dermatite o candida?

In realtà le condizioni dermatologiche che possono colpire l’area genitale del bambino sono diverse e possono essere distinte in:

  • Semplice irritazione: ha in genere un colorito rosso tenue e non sembra causare enormi problemi al bambino. In questo caso cambiare il bambino più di frequente ed utilizzare salviette adatte può aiutare a superare il problema in pochi giorni.
  • Dermatite: l’episodio di dermatite è in genere molto più violento e causa rossore più intenso, bruciore e irritazioni che causano molti problemi al nostro piccolo. In questo caso è necessario l’intervento del pediatra prima e del dermatologo poi che, una volta individuato il problema, ricorreranno alle cure necessarie.
  • Candida: la candida è bianca e lascia le sue macchie sia intorno ai genitali, sia sul culetto del piccolo. In questo caso è anche necessario rivolgersi al nostro dermatologo, che individuerà il prodotto giusto per i nostri piccoli per superare il problema.

C’è da preoccuparsi?

No, non c’è molto da preoccuparsi, in quanto si tratta di un problema molto comune e che in genere non lascia strascichi. Nella stragrande maggioranza dei casi una pomata all’ossido di zinco e una cura specifica anti-micotica sono più che sufficienti per superare il problema.

La visita del pediatra sarà comunque sia necessaria che risolutiva. Prenotate una visita quanto prima.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons