Loading...

Capillari visibili dopo la gravidanza: come eliminarli

capillari gravidanzaDopo il parto potrebbe risultare difficile ripristinare le condizioni normali del nostro corpo, soprattutto per quanto riguarda l’aspetto delle nostre gambe che possono presentare delle vene varicose e i capillari.

Come facciamo ad eliminare i capillari dopo una gravidanza? Ci sono dei prodotti appositi o bisogna necessariamente ricorrere ai trattamenti laser? E’ proprio quello di cui ci occuperemo in questo articolo!

Vediamo quindi di cosa si tratta.

Perché compaiono i capillari durante la gravidanza?

Durante i nove mesi della gravidanza, il corpo della futura mamma viene messo a dura prova per poter favorire al meglio lo sviluppo del bambino e, per questo, va incontro a diversi cambiamenti.

Tra i cambiamenti più importanti che si verificano durante la gravidanza, ricordiamo sicuramente le variazioni ormonali che, tra le varie conseguenze, hanno anche quella di ridurre la resistenza delle pareti dei vasi sanguigni. 

Questa conseguenza può determinare la comparsa dei capillari durante la gravidanza, un inestetismo cutaneo che si presenta soprattutto sulle gambe della neomamma.

Se si tratta del primo parto, di solito, i capillari, o teleangectasie, dovrebbero scomparire nel giro di poco tempo. Se questo non accade, possiamo ricorrere a dei trattamenti ben precisi. Vediamoli insieme.

Cosa possiamo fare per eliminare i capillari?

Il modo migliore per alleviare i capillari dopo il parto riguarda sicuramente la combinazione di diverse tecniche e, la più efficace, è sicuramente la microelettrosclerosi.

Questa tecnica unisce gli effetti della terapia sclerosante, usata per i problemi più evidenti, con gli effetti della diatermocoagulazione, che viene invece usata per inestetismi più lievi.

Dopo il trattamento, per migliorare i risultati, bisognerà semplicemente indossare delle apposite calze e vedrai che nel giro di una ventina di giorni i capillari inizieranno a scomparire.

Quando bisogna ricorrere ai trattamenti laser?

In alcuni casi, ad esempio in presenza di una allergia alle sostanze sclerosanti, oppure quando i capillari sono più superficiali o nel caso di couperose, potrebbe essere meglio ricorrere al trattamento laser.

Ce ne sono di diversi tipi e, per essere sicura di ricorrere al trattamento che fa più al caso tuo, ti consigliamo di chiedere un consiglio al tuo dermatologo che, grazie alla sua preparazione e alla sua esperienza, sicuramente ti permetterà di cancellare i capillari nel miglior modo possibile.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons