Loading...

Carenza di Ferro in gravidanza: sintomi e rimedi

ferroLa carenza di ferro è un fenomeno piuttosto comune durante la gravidanza, che ha sicuramente bisogno di essere comunicato al nostro medico curante, in quanto potenziale fattore di complicazioni della gravidanza e dello sviluppo del feto.

Vediamo insieme di saperne di più.

Abbiamo bisogno di più ferro

Durante tutto l’arco della gravidanza, e con maggiore attenzione per quanto riguarda l’ultimo trimestre, è importantissimo garantire al nostro corpo l’apporto di ferro necessario, sia con l’alimentazione sia, se necessario invece, ricorrendo a taluni integratori.

Questo perché, come vedremo tra pochissimo, il ferro è un minerale fondamentale per lo sviluppo del feto e per il proseguo della gravidanza secondo i ritmi stabiliti da madre natura.

La carenza di ferro e gli effetti sul feto

La carenza di ferro può ripercuotersi in maniera grave sul feto. Secondo le più recenti ricerche, infatti, si potrebbe incorrere in:

  • Sottosviluppo del feto, con altezza e peso non adeguati;
  • Parto prematuro;
  • Deficit neurale e comportamentale in età scolare;
  • Sviluppo da parte del feto di malattie cardiovascolari.

In presenza di questo tipo di problematiche diventa ancora più evidente come il ferro sia assolutamente fondamentale per il corretto sviluppo del nostro piccolo, motivo per il quale un’eventuale carenza deve essere possibilmente contrastata nel più breve tempo possibile.

La dieta può aiutare

Ad aiutare la mamma ad apportare il ferro necessario allo sviluppo del feto, può essere sicuramente d’aiuto la dieta:

  • Crostacei;
  • Pesce;
  • Carni magre;
  • Cereali integrali;
  • Ortaggi a foglia verde.

Sono tutti degli ottimi integratori di ferro, che però vanno assunti in concomitanza con una fonte di Vitamina C, che aumenta l’assorbimento di questo fondamentale minerale.

E gli integratori?

L’integrazione di ferro è in genere più che indicata per le donne in gravidanza. Tuttavia esistono delle controindicazioni che fanno preferire l’integrazione per via alimentare:

  • L’irritabilità gastrica è una delle controindicazioni più comuni;
  • Non sono rari neanche vomito e nausea, già di per sé accentuati durante la gestazione;
  • Crampi, stipsi e diarrea sono i disturbi che completano il quadro delle problematiche relative all’assunzione di ferro via integratore.

Come potete vedere si tratta di un quadro potenzialmente molto problematico, che rende gli integratori a base di ferro solamente residuali rispetto a una terapia atta ad apportare le quantità di minerale necessario allo sviluppo del feto.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons