Loading...

Cistite in gravidanza: cause, sintomi e cura

cistite-gravidanzaDurante i nove mesi di gravidanza ogni infiammazione o irritazione del nostro organismo suscita grandi preoccupazioni alla gestante, ma anche a chi le sta vicino e se ne prende cura, a causa del rischio che potrebbero correre la mamma e il feto.

In questo articolo parleremo della cistite durante la gravidanza, anche conosciuta con il nome scientifico di escherichia coli. Ci concentreremo sui sintomi e sul modo in cui dobbiamo gestire l’infezione urinaria.

Le donne in gravidanza sono più predisposte alla cistite

La cistite predilige generalmente il sesso femminile a causa della vicinanza tra intestino e uretra. Ma le probabilità di contrarre questa infezione aumentano soprattutto se si tratta di una donna incinta.

Infatti, durante la gravidanza, si associano alla cistite altri fattori di rischio, come i seguenti:

  • La stasi fecale favorisce la proliferazione batterica (la stitichezza delle donne gravide è causata dall’aumento della produzione di progesterone);
  • Aumento fisiologico del pH vaginale che favorisce la moltiplicazione dei batteri;
  • La disidratazione fa in modo che le urine siano ricche di batteri;
  • L’utero esercita una pressione sulla vescica nella quale si può formare un ristagno di urina.

Quali sono i sintomi della cistite?

La cistite è molto facile da riconoscere a causa del forte fastidio che procura alla persona che ne è affetta. Tra i sintomi principali, troviamo soprattutto:

  • Bisogno frequente di urinare;
  • Bruciore forte durante la minzione;
  • L’urina viene espulsa in piccolissime quantità;
  • Talvolta sono presenti delle perdite di sangue nelle urine;
  • Sensazione di non riuscire a svuotare completamente la vescica.

A volte può capitare anche che la gestante sia affetta da un’infezione delle vie urinarie completamente asintomatica, conosciuta come Batteriuria asintomatica.

Come dobbiamo comportarci in caso di cistite durante la gravidanza?

L’escherichia coli non va assolutamente trascurata durante la gravidanza. E’ indispensabile chiedere un consiglio al ginecologo che vi sta seguendo durante questo periodo importante.

Il ginecologo prescriverà un apposito esame delle urine che gli consentirà di accertarsi dell’eventuale presenza dell’infezione batterica. Di solito l’esame prescritto è l’urinocoltura.

Una volta che il medico ha diagnosticato una cistite, procederà con la prescrizione degli antibiotici compatibili con la gravidanza più indicati per debellare completamente l’escherichia coli e altri germi che prendono parte all’infezione.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons