Loading...

Citronella contro le zanzare: si può usare se ci sono bimbi?

Estate: tempo di sole, di mare, di vacanze, riposo, relax. Che meraviglia, no? Ma come tutte le cose belle, nemmeno l’estate è perfetta. E uno dei principali difetti dell’estate, nemico giurato di grandi e piccini sono loro: le temibilissime zanzare.

Fortunatamente, esistono moltissimi rimedi che ci consentono di tenere a bada questi insetti detestabili e impedire loro di avvicinarsi troppo a noi. Ma che fare se ci sono i bambini? Tutti i rimedi sono adeguati a loro? Se da una parte, infatti, vogliamo proteggere i nostri piccoli dalle punture, che sulle pelli molto giovani sono particolarmente pruriginose, dall’altra non vogliamo provocare effetti indesiderati.

Da adulti, sempre senza esagerare, possiamo pur sempre cospargerci di repellenti anti zanzare: tuttavia, forse molti non sanno che questi contengono DEET (dietiltoluamide), una sostanza che se aspirata in grandi quantità, oltre ad essere fastidiosa per le zanzare è tossica per gli umani! I repellenti chimici, sui più piccoli, sarebbero quindi da evitare. Per fortuna, però, possiamo ricorrere ad alcuni rimedi naturali, tra cui la citronella.

Innanzitutto, proteggere gli ambienti

Se si hanno bambini in casa, la prima cosa da fare d’estate è attuare tutte le protezioni ambientali possibili contro le zanzare. Innanzitutto, naturalmente, le zanzariere. Ma anche tenere piante di geranio alle finestre può aiutare: questi fiori, oltre ad essere decorativi, hanno un odore che per le zanzare risulta estremamente sgradevole.

Dobbiamo ricordarci inoltre di svuotare i sottovasi dei gerani, ma in generale di ogni pianta che teniamo sul balcone. Le acque ristagnanti, infatti, rappresentano l’habitat preferito per le zanzare e le attraggono. Esistono inoltre in commercio, da qualche anno, degli antizanzare elettrici che non emettono sostanze particolari. Ce ne sono ad anidride carbonica e ad ultrasuoni.

Quelli ad anidride carbonica simulano la normale emissione di anidride da parte dell’uomo, spingendo quindi le zanzare ad avvicinarsi e intrappolandole. Quelli ad ultrasuoni invece producono suoni impercettibili per gli esseri umani, ma che per le zanzare sono un frastuono in grado di confonderle e farle cadere in trappola.

La citronella: un validissimo alleato

La citronella non costituisce un rischio per la salute dei nostri bambini, anzi: è un efficacissimo rimedio naturale e totalmente atossico, in grado di tenere lontane le zanzare nel tempo. Ma cos’è la citronella? È un’erba perenne dal forte odore di limone. Usata anche come spezia, soprattutto in Medioriente, da noi è conosciuta principalmente perché se ne estrae un olio dal forte potere repellente.

Il sistema meno invasivo per usarla è in formato di candele: si possono accendere candele a base di citronella, facilmente reperibili in commercio. In realtà, secondo alcuni studi, non è tanto l’odore della citronella in sé a dar fastidio alle zanzare: è che quest’odore annulla totalmente quello del nostro corpo, rendendo per le zanzare, di fatto, impossibile individuarci.

Totalmente atossico, andrebbe comunque evitato al di sotto dei 6 mesi. Ma al di sopra di questa fascia d’età, consultando il nostro pediatra di fiducia, non dovremmo riscontrare problemi a spalmare sulla pelle del nostro bambini un olio essenziale estratto da questa pianta. Questo dovrebbe garantire al piccolo notti serene e soprattutto una pelle non più martoriata dalle punture.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

© 2022 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons