Loading...

Come affrontare la paura del buio del proprio bambino

paura del buioLa paura del buio è molto frequente nei bambini  dai 2 anni in su.

E’ una paura che nasce nel periodo prescolare, in quanto i bambini iniziano ad avere le prime percezioni di loro stessi.

Da questa età in avanti il bambino inizia a frequentare ambienti extrafamiliari, e inizia a percepire la propria fragilità in relazione al mondo che lo circonda.

Vediamo nel dettaglio come aiutare il proprio bambino ad affrontare la paura del buio.

Come nasce la paura del buio

La paura del buio può essere genetica, quindi ereditata da genitori predisposti allo sviluppo di questa fobia.

E’ un sentimento che può nascere anche a seguito di comportamenti iperprotettivi, esposizione a situazioni conflittuali o anche alla semplice visione di un film, che ha lasciato nel bambino una situazione di disagio.

Aiutare ad affrontare la paura

Qualche consiglio pratico per aiutare il proprio bambino a superare questo momento difficile:

  • Leggere una favola prima di andare a dormire aiuta il bambino ad addormentarsi con pensieri positivi.
  • Dare spiegazioni sui rumori che sentono, in modo da frenare le fantasie animiste dei bambini.
  • Fare il controllo della stanza (se richiesto), per tranquillizzarlo.
  • Fare in modo che abbia una luce vicina, che possa accendere nel caso si svegliasse durante la notte.
  • Regalare un pupazzo aiuta a non farlo sentire solo.
  • Non permettere al bambino di andare a dormire nel letto dei genitori. Piuttosto alzarsi e fargli compagnia finché non si addormenta.

Cose da non fare

Se si affrontano nel modo sbagliato, questi problemi possono protrarsi nel tempo.

E’ necessario quindi:

  • Non ridicolizzare la paura del bambino.
  • Non forzarlo a stare al buio.
  • Non ricattarlo o promettere premi.
  • Non cercare di velocizzare il processo di esorcizzazione della paura.

E’ molto importante che il bambino abbia tutto il tempo necessario per poter porre fine a queste paure, in modo da non farle tornare in un secondo momento.

Serve dunque pazienza, tanta pazienza, e affrontare i problemi del nostro bambino con calma e serenità. Le situazioni conflittuali non aiuteranno il vostro bambino a diventare “più forte”. Lo renderanno più fragile e più esposto a fobie che, in situazioni normali, svaniranno nel giro di pochi mesi. 

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons