Loading...

Come cambia l’Ombelico della Mamma durante la Gravidanza?

ombelicoDurante la gravidanza il corpo della donna subisce grandi trasformazioni sia fisiche che psicologiche. Una delle zone che subisce il maggior cambiamento è senza dubbio l’addome.

Da piatto assume una forma arrotondata e sporgente, dapprima in maniera lieve fino ad arrivare ad una trasformazione davvero molto evidente.

Con l’addome anche l’ombelico cambia forma, diventando diverso man mano che il tempo scorre.

Come cambia l’ombelico in gravidanza?

Per determinare come cambia questa parte del corpo, innanzitutto bisogna stabilire che esteticamente esistono vari tipi di ombelico. I più comuni sono:

  • Incavato. E’ la forma più comune di ombelico. Esso ha un aspetto profondo e ovale.
  • Sporgente. Questo tipo di ombelico appare pronunciato verso l’esterno e presenta una forma ovale e piena, senza foro.

Durante la gravidanza, a causa della pressione dell’utero e del dilatarsi della cute, l’ombelico assume una forma più sporgente e appiattita. Naturalmente esso continua a fuoriuscire man mano che i mesi passano fino ad appiattirsi completamente durante l’ultimo periodo. Anche il colore diventa più scuro, soprattutto nella circonferenza, assumendo un colore marrone.

Quali precauzioni prendere?

C’è da dire che la trasformazione dell’ombelico durante la gravidanza è un fatto del tutto naturale che non deve destare alcun tipo di preoccupazione.

Tuttavia, in questo periodo, questa parte diventa decisamente più sensibile al tatto e per questo più delicata.

E’ bene non indossare capi che premono sulla parte e vestire in modo morbido e leggero. In questo modo si eviteranno infiammazioni e irritazioni dell’ombelico.

Idratare giornalmente la zona con creme specifiche risulta molto efficace, soprattutto durante gli ultimi mesi di gravidanza.

Cure estetiche

Questa è una delle zone a maggior rischio smagliature e rilassamento, per questo è indicato averne molta cura durante i nove mesi di gestazione.

E’ indicato idratare la pelle più volte al giorno con creme antismagliature che prevengono o almeno attenuano questo tipo di fastidio antiestetico.

Dopo la gravidanza indossare una guaina che contenga la pancia in modo da evitare ulteriori cedimenti della pelle. Dopo il parto, praticare esercizi fisici tali da favorire il ripristino della zona muscolare intorno all’ombelico.

Anche l’ombelico cambia aspetto. Quando il fondo uterino arriva all’altezza dell’ombelico, la pressione dell’utero distende la pelle e l’ombelico tende ad assottigliarsi sempre più fino ad appiattirsi completamente. L’estroflessione dell’ombelico è un fenomeno fisiologico e per niente doloroso, reversibile dopo il parto, anche se dopo la gravidanza l’ombelico rimane più rilasciato. In alcuni rari casi la zona diventa molto sensibile, tanto che in alcune donne sfiorare l’ombelico può provocare fastidio o un lieve dolore.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons