Loading...

Come preparare psicologicamente il nostro partner al travaglio e al parto

papagravidanzaQuando una donna è incinta, tutta l’attenzione è concentrata su di lei, ed è comprensibile. E’ lei che vive in prima persona questa gravidanza, è lei che subisce cambiamenti fisici e, ancora, è lei che vede uscire dal suo corpo “qualcosa” che fino a poco fa, ne faceva parte.

Quando una coppia è in attesa, infatti, tutte le preoccupazioni si concentrano sulla neo-mamma: “Come ti senti?” – “Hai riposato bene?“- “Che piani hai?“.

Ma aspettate un momento, ci stiamo forse perdendo qualcuno? Ma sì! Il papà. Quando un uomo diventa per la prima volta papà, la prima cosa che deve affrontare è l’alternarsi dei suoi sentimenti: prova, sentimenti contrastanti come la paura, l’eccitazione e soprattutto ansia.

Loro hanno anche bisogno di sapere, di informarsi su cosa succederà e come. Loro non sono come noi che magari raccogliamo informazioni sulla gravidanza attraverso amiche, medici, libri o articoli letti in rete. No, loro non sono così. L’unica fonte di sapere, per loro, siete voi. Siete voi a dover innescare la scintilla, aprendo una conversazione riguardante questo fatidico momento.

Partecipate ad appuntamenti col medico insieme

Andate insieme ai controlli medici, questo non potrà che rafforzare il vostro rapporto e permettere al vostro partner di porre qualche domanda al dottore sulla salute vostra e del bambino.

Prendete informazioni insieme

Se state navigando in rete, in cerca di informazioni sul parto e sul travaglio, rendetelo partecipe. Leggete insieme qualche articolo, guardate insieme qualche video circa la nascita dei bambini oppure partecipate a dei corsi preparto.

Presenza in sala parto

Una volta che il neo-papà è psicologicamente pronto, può assistere al parto. Niente potrà spaventarlo. Magari, potrebbe rendersi utile, durante il travaglio, massaggiando la zona lombare della donna, offrendole delle zollette di zucchero, nel momento in cui le forze vengano meno a causa del protrarsi delle doglie o le si potrebbe asciugare il sudore o rinfrescarle il viso con dei panni inumiditi.

Cari papà, le cose che potrete fare, per aiutare la vostra donna, sono veramente tante ma la cosa più importante e che dovete assolutamente tenere a mente è quella di esaudire ogni richiesta della partoriente. Non contraddicetela per nessun motivo. In quel momento, l’unica cosa fondamentale per lei è che voi siate lì, non importa se restiate in silenzio o cosa.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons