Loading...

Come tranquillizzare il piccolo: la guida

I bimbi piccoli piangono, si sa. È il loro modo di richiedere attenzioni e il solo metodo che hanno per comunicare.

Soprattutto i neonati possono comunicare unicamente piangendo e per una neo mamma potrebbe essere difficile capire le esigenze del proprio cucciolo, soprattutto le prime volte.

Se non si riesce a capire quale sia il bisogno del bambino, il pianto potrebbe non smettere ed intensificarsi. Come fare per tranquillizzare il bambino riuscendo a condurre una vita normale?

Niente paura, siamo qui per aiutarti a capire coma calmare il tuo bambino senza impazzire. Tuffati nella lettura per trovare tutti i consigli che cercavi.

Il pianto: il bimbo ti parla

Un bambini piccolo piange per le seguenti esigenze:

  • Fame;
  • Sonno;
  • Stanchezza;
  • Fastidi vari;
  • Doloretti;
  • Stress;
  • Pannolino sporco;
  • Altre esigenze.

Il pianto può significare più cose contemporaneamente, ma a volte si tratta solo di un pochino di nervosismo e stress. In questo caso il pianto non si placherà se lo fai mangiare o riposare.

Il bimbo è in cerca di attenzioni per riuscire a rilassarsi. Spesso si pensa subito al cibo e al pannolino, ma a volte la soluzione è estremamente più semplice. Vediamo ora i trucchi per calmare il tuo cucciolo quando è nervoso.

Calmare il pianto

Per calmare il pianto ricordati sempre del contatto fisico. Il bimbo ha passato nove mesi nella tua pancia e il solo mondo che conosce è il tuo. Posalo vicino al cuore e vedrai che si calmerà. Riconoscerà il tuo battito e il tuo odore e si sentirà al sicuro.

Puoi provare anche a massaggiare il bimbo per aiutarlo a rilassarsi e a smettere di piangere. Il massaggio fa sentire il bimbo coccolato e protetto, accarezzalo delicatamente e vedrai che inizierà a calmarsi.

Anche le ninne nanne sono importanti. La voce della mamma è la preferita del bambino. Prendilo in braccio e mettilo vicino al tuo cuore, coccolalo e canta una delicata canzoncina.

Vedrai che il piccolo smetterà di piangere e si affiderà completamente alla tua protezione. Se non smette, dovrai chiedere al pediatra: il bimbo potrebbe avere qualche piccolo problema.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2019 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons