Loading...

Concepimento e utero retroverso, cosa vuol dire

utero retroversoQuando si cerca di avere un bambino e si scopre di avere l‘utero retroverso, si entra subito in confusione e ci si allarma per paura di poter avere complicazioni in fase di gravidanza.

Cerchiamo di far chiarezza su questo argomento, capendo cosa vuol dire avere l’utero retroverso e quali problematiche possono presentarsi.

Utero retroverso

Quando l’utero è retroverso significa che anziché essere inclinato in modo naturale verso la parete addominale, è inclinato verso la colonna vertebrale.

Il problema dell’utero retroverso non è così raro, infatti colpisce il 20% delle donne e non causa grossi problemi di salute.

I sintomi

I sintomi dell’utero retroverso possono comparire dopo la prima mestruazione e sono principalmente:

  • Dolore addominale
  • Dolore in seguito a rapporti sessuali
  • Incontinenza
  • Impossibilità di utilizzare assorbenti interi
  • Frequenti infezioni del tratto urinario
  • Difficoltà a concepire

Cause

Dopo un’ecografia transvaginale è possibile avere una diagnosi sulla condizione del proprio utero.

Le cause di questa inclinazione possono essere diverse:

  • Genetica, quindi ereditardia
  • A seguito di una gravidanza o ad un aborto l’utero potrebbe cambiare inclinazione.
  • Come conseguenza di infiammazioni pelviche.
  • Con l’avvento della menopausa.

Il concepimento

Tendenzialmente l’utero retroverso non dovrebbe causare problemi durante il concepimento.

Ci sono teorie che sostengono il contrario basandosi sul fatto che durante il concepimento la naturale posizione dell’utero aiuta a facilitare la risalita degli spermatozoi verso l’ovulo. Avere l’utero retroverso implica mettere in difficoltà questa risalita e quindi generare difficoltà nella fase del concepimento.

Questa teoria non è condivisa universalmente, quindi è meglio non allarmarsi e chiedere il consulto del proprio ginecologo per rasserenarsi sulla propria condizione.

Molte vengono influenzate dal fatto che il posizionamento dell’uomo e della donna, in fase di concepimento influisca sulla futura gravidanza. Questa teoria è largamente smentita dalle parecchie donne che hanno l’utero retroverso e sono riuscite a rimanere incinte, senza seguire queste indicazioni.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons