Loading...

Cosa fare in caso di Rigurgito del Neonato?

rigurgitoIl rigurgito, o reflusso, è qualcosa di fisiologicamente normale per i neonati, anche se una sua eccessiva frequenza potrebbe essere di ostacolo alla corretta alimentazione del nostro piccolo. 

Si tratta di un problema estremamente comune, che ha cause conosciute e che può essere, nei limiti, affrontato con qualche piccolo accorgimento.

Vediamo insieme cosa fare in caso di rigurgito del neonato, come comportarci e soprattutto come impedire che avvenga troppo di frequente.

Le cause

L’apparato digerente di un neonato non è, purtroppo, ancora completamente formato, ed è normalissimo che nei primi mesi di vita il nostro piccolo abbia problemi a trattenere tutto il latte. Il grosso dei bambini tra il primo e il sesto mese di vita ha almeno due rigurgiti al giorno, una frequenza che dovrebbe farvi dormire sonni assolutamente tranquilli.

Una postura non corretta durante la poppata e un cambio frequente di seno dal quale poppare sono cause che accentuano quello che è comunque un problema fisiologicamente normale.

Conoscendone le cause potremo sicuramente limitare la frequenza del rigurgito del nostro neonato e di questo continueremo a parlarvi tra pochissimo.

La postura

La postura di allattamento è di fondamentale importanza per evitare i rigurgiti. Si dovrebbe cercare infatti di mantenere il bambino nella posizione più verticale possibile, permettendo al latte di entrare nello stomaco e di rimanere lì almeno fino alla digestione.

Le sollecitazioni e la posizione orizzontale devono essere assolutamente evitate subito dopo i pasti, e anche nel caso in cui il bambino abbia bisogno di tornare a dormire, dovremmo provare a posizionarlo nella culla in una posizione comoda e che non gli permetta di muoversi eccessivamente.

Cambiare il seno di poppata

Far passare il bambino dal seno sinistro a quello destro e viceversa con troppa frequenza può essere la causa principale dei rigurgiti del nostro piccolo. Il latte che viene infatti espulso all’inizio della poppata è più liquido e meno nutriente, e quindi può risalire fino alla bocca del neonato più di frequente.

Bisognerebbe cercare di esaurire il latte in un seno prima di passare all’altro, evitando al tempo stesso anche movimenti eccessivi mentre il bambino si sta nutrendo.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons