Loading...

Cosa sono le minacce d’aborto e come riconoscerle

minacce d'abortoQuando arriva la notizia della nascita di un bebé una donna si trova a dover sconvolgere la propria vita e ad abituarsi di ragionare per due e non più solo per se stessa.

I primi mesi sono quelli più critici, in quanto sono quelli più a rischio di minacce d’aborto.

Che cosa sono le minacce d’aborto

La minaccia d’aborto è anche detta aborto spontaneo e consiste nell’interruzione della gravidanza.

Questa spiacevole situazione si verifica principalmente nei primi tre mesi di gestazione.

Purtroppo il 20% delle donne ne sono vittime nei primi tre mesi, infatti è per questa ragione che si aspetta questo periodo di tempo, prima di diffondere la notizia tra amici e parenti.

Le cause dell’aborto spontaneo

Quando avviene un’interruzione di gravidanza occorre indagare qual è l’origine di questa conseguenza.

Le cause dell’aborto spontaneo possono essere:

  • Un’anomalia a livello dei cromosomi.
  • Problemi all’utero (ipoplasia, anomalie congenite, incontinenza cervicale)
  • Diabete, una donna che soffre di diabete deve prepararsi in anticipo per affrontare una gravidanza.
  • Carenza ormonale, che non aiuta la corretta formazione del feto nella fase iniziale.
  • L’organismo non accetta il feto all’interno del corpo (è una situazione molto rara).
  • Malattie infettive possono essere la causa della perdita del bambino.

Come riconoscere le minacce d’aborto

Il campanello d’allarme si deve accendere nel momento in cui si scoprono delle perdite nei primi tre mesi.

Le perdite di qualsiasi tipo (biancastre, marroncino o rossastre) non devono mai essere prese alla leggera.

Nel momento in cui si verificano si deve avvertire immediatamente il ginecologo, che dopo una visita, provvederà a programmarvi un’ecografia per stabilire la salute del feto.

Anche forti dolori all’addome possono essere un allarme durante questi mesi, quindi nel caso in cui si sentissero forti dolori o fastidi, a livello dell’addome, è necessario consultare il medico.

Prevenire l’aborto

In alcuni casi è impossibile prevenire l’aborto, in quanto non dipende dalle proprie abitudini quotidiane, ma da elementi congeniti sui quali non si ha nessun potere.

Alcuni aborti però possono anche avvenire a causa di atteggiamenti e comportamenti sbagliati.

Ad esempio è importante non fare eccessivi sforzi in gravidanza, ovvero sia non alzare pesi e non sottoporsi ad esagerate fatiche fisiche.

Inoltre lo stato emozionale è quello che deve essere tenuto maggiormente sotto controllo.

Lo stress è la causa di molte malattie del nostro secolo e potrebbe influire anche sulla vostra gravidanza. Approfittate di questo momento della vostra vita per ricercare una quotidianità serena e tranquilla.

Anche l‘alimentazione deve essere equilibrata e sana, pertanto iniziate ad eliminare gradualmente quegli alimenti non consentiti durante la gravidanza, in modo da non sentirne troppo la mancanza durante i nove mesi.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons