Loading...

Cos’è e quando è necessaria l’isterectomia?

isterectomiaL’isterectomia è un intervento chirurgico che, nel caso sia totale, rimuove completamente l’utero. Si tratta di un intervento che viene consigliato in alcuni casi particolari, di cui parleremo nel corso di questo articolo.

Perché si ricorre all’isterectomia?

Sono tantissime le cause che possono consigliare fortemente, se non imporre, l’isterectomia. Vediamo insieme quali sono quelle più comuni:

  • Tumori benigni, che attaccano lo strato muscolare dell’utero. Sono i fibromi di cui sicuramente avrete già sentito parlare.
  • Tumori di carattere maligno, che possono coinvolgere sia l’utero stesso che le ovaie.
  • Prolasso uterino.
  • Infezioni dell’utero impossibili da contenere farmacologicamente e che si stanno allargando ad altri organi.
  • Infezioni alle tube di Falloppio.

Bisogna per forza ricorrervi?

In presenza di alcune patologie tra quelle elencate sopra è necessario ricorrere all’isterectomia per evitare che quello che sarebbe un problema eliminabile con un intervento chirurgico (per quanto invasivo) si trasformi in una patologia che potrebbe portare alla morte del paziente.

Sterilità irreversibile

L’intervento di isterectomia comporta, ovviamente, la sterilità perpetua da parte di chi vi viene sottoposta. L’utero, infatti, verrà completamente ablato e ciclo mestruale e ovulazione non avranno più luogo.

Per questo motivo, bisogna anche tenere in considerazione questo tipo di problema prima di procedere all’isterectomia.

Come funziona?

L’isterectomia in genere viene effettuata a carico esclusivamente dell’utero, anche se a volte si preferisce, in caso di problematiche connesse, anche rimuovere le tube di Falloppio.

L’incisione avviene o verticalmente o lateralmente (“Bikini”), dalle quali si entra per andare a tagliare e poi rimuovere l’utero.

L’isterectomia può essere anche effettuata per via vaginale, in quanto quella addominale di cui vi abbiamo parlato poco fa non viene ritenuta, da parte del chirurgo, praticabile.

I pericoli connessi all’isterectomia

L’isterectomia è ormai un intervento di routine, che non causa alcun tipo di problema al paziente. Le complicanze sono estremamente rare e comprendono:

  • Rischi legati all’anestesia, come ictus, polmoniti o attacchi di cuore;
  • Problemi legati ai coaguli di sangue (trombosi);
  • Embolie polmonari.

Non ci sono altri rischi collegati specificatamente all’isterectomia, un intervento sicuro e senza, in genere, alcun tipo di conseguenza nefasta.

Si possono avere rapporti sessuali dopo l’isterectomia?

Certo che sì. Non ci sono controindicazioni che riguardano il sesso dopo l’isterectomia. Quello che potrebbe un minimo dare fastidio sono i sintomi della menopausa, che verranno ovviamente vissuti dalla paziente che viene sottoposta alla rimozione dell’utero. La secchezza vaginale è una possibilità concreta, che però possiamo combattere con lubrificanti o ovuli vaginali.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons