Loading...

Cos’è e Quando si chiude la Fontanella nei Neonati?

fontanellaIl cranio del neonato non è già perfettamente saldato come quello degli adulti. Le 6 ossa che lo compongono, infatti, non sono ancora completamente sviluppate e tra l’una e l’altra sono presenti degli spazi che sono chiamati fontanelle.

Si tratta di una conformazione in realtà molto intelligente che permette al cranio del neonato di essere leggermente flessibile e di aiutare, a modo suo, durante il travaglio e il parto. La testa, soprattutto se sotto leggera pressione, si flette leggermente e diventa di dimensioni piccole abbastanza da riuscire a passare senza problemi attraverso il canale vaginale.

Si tratta, dunque, di un vantaggio enorme per chi nascerà col parto naturale. Ma le fontanelle quando si chiudono? Quando il cranio del nostro bambino diventerà completamente chiuso? Vediamolo insieme.

Sotto controllo medico

Queste fessure in genere completano il loro processo di chiusura intorno al diciottesimo mese di età, anche se ovviamente non si tratta di una procedura immediata, ma piuttosto di un percorso di avvicinamento progressivo delle ossa craniche l’una all’altra.

Durante i primi 18 mesi il pediatra continuerà a controllare lo stato delle fontanelle e a controllare che tutto proceda senza alcun tipo di problema.

Se si chiude troppo presto

Le fontanelle non devono chiudersi troppo presto, in quanto potremmo essere in presenza, in questo caso, di craniostenosi, una patologia che causa dimensioni del cranio troppo piccole rispetto al corpo.

Per questo motivo il pediatra, durante le prime visite del bambino e per controllare che lo sviluppo sia in regola, misurerà la circonferenza del cranio, annotandola sul file dedicato al vostro piccolo.

Si tratta di una procedura standard, quindi, mentre misureranno il vostro bambino come se fosse una piccola bestiola, non vi preoccupate affatto, si tratta di una procedura completamente normale.

Si può toccare?

La fontanella del bambino desta più di qualche preoccupazione nei genitori che, vedendola molto fragile, evitano in genere anche di toccarla. Non c’è motivo per essere così preoccupati, in quanto il cervello del nostro piccolo è comunque avvolto dentro 3 membrane molto resistenti ed è dunque al riparo da qualunque tipo di danno.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons