Loading...

Data presunta parto: come si calcola?

parto data presuntaOgni mamma aspetta impazientemente il giorno del parto e la curiosità aumenta quando la domanda “quando potrò abbracciare il mio bambino?” inizia a farsi largo nella mente. La data presunta per il parto è espressa da un valore medio e in genere corrisponde alla quarantesima settimana di gestazione.

Il parto dovrebbe iniziare dai 15 giorni prima o dopo la data presunta. Il miglior calcolo può farlo solo il ginecologo, ma esistono calcoli che possono essere altrettanto attendibili. In questo articolo capiremo insieme come fare a capire il periodo in cui il piccolo potrebbe nascere.

Data del parto: come scoprirla?

Per capire in che periodo poter collocare la data presunta del parto, vi basta inserire alcuni valori:

  • Il primo giorno dell’ultima mestruazione;
  • Data prevista del parto.

In questo modo capirete quella della nascita del bambino. Purtroppo le donne con cicli irregolari avranno qualche difficoltà a calcolare la data perché è più difficile risalire al giorno del concepimento. Comunemente accade che, considerando un normale ciclo di 28 giorni, è molto probabile che il parto inizi dai 15 giorni prima o dopo la data prevista.

Sul web sono disponibili numerosi calcolatori e tabelle che possono aiutarvi a risolvere questo atroce dubbio relativo al giorno di nascita del vostro bambino.

Data presunta: un semplice esempio?

Qui di seguito riportiamo un semplice esempio di calcolo per la data approssimativa del parto:

  • Inizio ultimo ciclo mestruale: 13 dicembre;
  • Data presunta del parto: 20 settembre;
  • Data di nascita: 2 ottobre.

In genere l’80% dei bambini nasce al massimo una settimana prima o una settimana dopo la data che risulta dal calcolo. Consigliamo sempre di chiedere aiuto al proprio medico ginecologo per essere sicuri della data del parto. I calcoli qui riportati sono approssimativi anche se abbastanza accurati.

Ogni mamma non vede l’ora di abbracciare il proprio bimbo, ma consigliamo sempre di attendere la nascita con tranquillità e senza troppe ansie o preoccupazioni. Se avete qualche paura o dubbio, rivolgetevi sempre al vostro ginecologo e sentitevi libere di fare tutte le domande che vi assillano e vi turbano.

Ogni dubbio va chiarito, senza eccessi, per evitare che lo stress influisca sulla vostra gravidanza e sullo sviluppo del vostro bambino.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons