Loading...

Displasia dell’utero: cause, sintomi e cura

displasiauteroIl termine ”displasia dell’utero” è utilizzato per indicare la formazione di gruppi di cellule anomale sulla cervice della donna. Questo tipo di malattia è provocata dal virus HPV o Papilloma Virus.

A seconda di quante cellule anomali si presentino, ci sono tre modi di classificare la displasia. Esistono quindi tre tipi di displasia: una displasia lieve, una moderata e una grave. Sono conosciute come:

  • CIN1;
  • CIN 2;
  • CIN 3.

(con CIN significa cervical intraepithelial neoplasia).

Cause

Il tumore alla cervice e la displasia dell’utero sono causati da un’infezione dal virus dell’HPV. Questo tipo di virus si trasmette per via sessuale. È molto importante seguire controlli periodici ed eventuali terapie per evitare che una piccola infezione progredisca in un tumore della cervice.

Fate attenzione se in famiglia ci sono casi di cancro. Se ce ne sono, tenetevi sempre sotto stretto controllo. Ricordate che anche lo stile di vita può aumentare il rischio di tumore, alcuni fattori di rischio sono:

  • Fumo;
  • Clamidia;
  • Acido folico basso;
  • Herpes simplex.

Sintomi

Purtroppo la displasia non da sintomi e di solito le donne se ne accorgono quando ormai è troppo tardi. Quando insorge un tumore, si notano:

  • Perdite di sangue anomale;
  • Perdite vaginali atipiche;
  • Dolore.

Per questo bisogna sempre controllarsi ed effettuare il Pap-test. Questo tipo di esame è semplicissimo, facile e assolutamente indolore. L’unico fastidio potrebbe essere provocato dall’imbarazzo, ma di certo imbarazzarsi non è conveniente quando una mancata diagnosi può avere conseguenze molto gravi.

Nel caso in cui il responso dell’esame sia negativo, si consiglia di ripeterlo dopo tre anni.

Cura

Spesso e volentieri questo tipo di displasie scompare autonomamente senza bisogno di cure particolari. In genere il corpo riesce a combattere l’HPV senza l’ausilio di medicinali.

Questo accade però solo nei casi di displasia lieve e molto lieve, nei casi di displasia grave o moderata il corpo non potrà difendersi dal virus.

In casi di displasia moderata, il ginecologo utilizza l’ablazione, ovvero una tecnica che brucia letteralmente le cellule anomale. In altri casi si opta per l’escissione, ovvero l’asportazione delle cellule con un bisturi o con un laser.

A seconda del caso, il ginecologo sceglierà come agire. Ovviamente la displasia non interferisce con le possibilità che una donna ha di rimanere incinta.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons