Loading...

Dostinex: si può usare in gravidanza?

DostinexDurante la gravidanza bisogna fare attenzione ai farmaci, non bisogna mai assumerli senza aver prima consultato il proprio medico. L’assunzione incauta dei farmaci potrebbe causare seri danni al feto.

Dostinex ® è un farmaco che deve la sua azione alla cabergolina, il principio attivo che funziona come inibitore della prolattina. In genere viene utilizzato per evitare la lattazione e per trattare problematiche causate dalla prolattina.

Oggi vi parleremo di Dostinex ®: può essere utilizzato in gravidanza e allattamento o bisogna evitare di assumerlo?

Cos’è e come funziona

In farmacia si trovano diverse forme farmaceutiche di Dostinex ®:

  • Dostinex ®, fl 0,5 mg, compresse per uso orale, confezione da 8 compresse;
  • Dostinex ®, fl 0,5 mg, compresse per uso orale, confezione da 2 compresse.

Dostinex ® lavora inibendo i livelli di prolattina e agendo sui recettori D2 dopaminergici. Già dalla prima dose di Dostinex ® i livelli di prolattina diminuiscono e il farmaco inizia ad avere effetto. In genere viene prescritto alle donne che soffrono di problemi relativi alla prolattina o alle donne che non possono allattare.

Se la donna non può allattare a causa di problemi al seno, il farmaco va somministrato dal giorno dopo il parto. Se la donna ha subito un aborto o ha partorito un feto morto il farmaco può essere assunto per evitare la lattazione. In qualunque caso il farmaco va prescritto dal medico.

Gravidanza e allattamento

Se state aspettando un bambino o pensate di che rimarrete incinte a breve, dovrete attendere il parto prima di iniziare la terapia con Dostinex ®. Se pensate di essere incinte, dovrete escludere la gravidanza prima di iniziare ad assumere il farmaco. Anche se desiderate concepire, dovrete sospendere la terapia almeno un mese prima di tentare il concepimento. Si consiglia di effettuare un test di gravidanza una volta al mese (quando il ciclo non si presenta) per escludere la gravidanza.

Se non siete ancora incinte e dovete seguire la terapia, si consiglia di utilizzare la contraccezione meccanica per ridurre la possibilità di una gravidanza. Se la paziente che soffre di tumore pituitario (preesistente alla gravidanza) rimane incinta, bisogna monitorare attentamente le dimensioni dell’ipofisi durante la gestazione. I tumori pituitari potrebbero espandersi durante la gravidanza.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons