Loading...

Ecografia transvaginale: cos’è e a cosa serve

ecografia transvagnaleL’ecografia transvaginale conosciuta anche come Trans-Vaginal Sonography è un esame diagnostico che controlla la salute dei  genitali interni femminili. Questo esame rende possibile controllare l’utero e le ovaie e monitorare un’eventuale gravidanza della donna. Viene molto utilizzata anche per monitorare la riproduzione assistita. L’ecografia transvaginale emette onde sonore con una sonda inserita direttamente in vagina. Le onde sonore vengono raccolte dalla sonda ed elaborate per ricostruire immagini dei genitali interni femminili.

Ecografia transvaginale: perché?

L’ecografia transvaginale viene solitamente consigliata non solo a donne in dolce attesa, ma anche a donne con problemi di infertilità, sanguinamenti non usuali che potrebbero essere spia di un tumore come di una patologia benigna o di problematiche meno serie, a donne che soffrono di dolori pelvici, problemi al ciclo mestruale e malformazioni dell’apparato riproduttivo.

Spesso l’esame viene prescritto dal medico ginecologo durante il primo mese di gravidanza per controllare l’embrione e l’utero della donna. In seguito durante la gravidanza, l’ecografia transvaginale può servire a controllare la cervice e l’utero della donna. Questo tipo di esame è facile, veloce e assolutamente innocuo per la donna e per il feto dato che non prevede ingestione di farmaci né somministrazione di medicinali.

Ecografia transvaginale: cosa aspettarsi?

L’ecografia transvaginale viene effettuata a vescica svuotata, al contrario di altri esami simili non sentirete nessun fastidio derivato al bisogno di andare in bagno. Potrete sentire solo qualche piccolo fastidio quando il medico inserirà la sonda e controllerà il vostro utero, ma niente di insopportabile che non abbiate già subìto durante una normale visita dal ginecologo.

Il medico vi farà distendere su un lettino come per la normale visita dal ginecologo. In seguito il medico inserirà la sonda lubrificata e protetta da materiale sterile monouso per evitare qualsiasi trasferimento di infezioni. Se il medico vi ha prescritto un esame transvaginale, non dimenticate di portare tutti i risultati degli esami precedenti relativi alle visite ginecologiche e alla vostra gravidanza o, in caso non stiate aspettando un figlio, portate semplicemente gli esami ginecologici. Il medico potrà così ricostruire il vostro storico.

Il controllo transvaginale vi da la possibilità di ricavare immagini precise e dettagliate dei vostri genitali. Avrete la possibilità di vedere tutti i dettagli anatomici del vostro utero, delle vostre ovaie e anche dell’endometrio (che si sfalda durante il ciclo). L’ecografia transvaginale non sostituisce e non prescinde dall’ecografia pelvica transaddominale, spesso gli esami vengono effettuati congiuntamente per avere una visione perfetta dello stato di salute degli organi. L’ecografia transaddominale permette al vostro medico una miglior visualizzazione di tutte le strutture superficiali e anche distali alla vostra vagina.

Ricordate sempre di ascoltare le indicazioni del vostro medico ginecologo e di vivere l’esame in maniera tranquilla.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons