Loading...

Educare i piccoli ai social: come e quando

Nell’immaginario collettivo della maggior parte degli “ex bambini” che oggi ricoprono un ruolo genitoriale, l’infanzia è un tempo fatto di giochi all’aperto, ginocchia sbucciate e immaginazione.

In molti casi essa ha ancora queste caratteristiche, ma i bambini di oggi vivono una realtà che noi genitori ignoravamo da piccini, con la quale devono confrontarsi: il virtuale.

Bambini e social network

I nostri bambini nascono e crescono in un ambiente fortemente tecnologico, in cui i mezzi di comunicazione sono in continua evoluzione.

I social network sono degli strumenti che consentono alle persone di creare una “rete sociale” mettendo i soggetti in connessione tra loro, sia a livello umano che virtuale.

L’uso dei social è insieme fonte di svago e divertimento, ma spesso diventa un modo per sentirsi apprezzati dalla società.

Anche i bambini sono soggetti a questo fascino e attratti per natura dalle novità. La tecnologia può aprire un mondo di opportunità, ma anche nascondere molte insidie

Come tenere i bambini al sicuro

Non è necessario vietare l’uso dei social ai minori, ma è importante educare loro e noi stessi ad un uso corretto degli strumenti:

  • Non lasciare i bambini soli con la tecnologia. Parlare con loro e lasciarci anche istruire sul funzionamento di alcuni strumenti. Bisogna conoscere ciò che è necessario controllare.
  • Stabilire delle regole precise (orari e durata) e comportamenti idonei. E’ utile consentire l’accesso ai social in spazi comuni alla famiglia, in modo da avere un controllo “latente”.
  • Attivare sistemi di controllo sui dispositivi, per esempio un “filtro famiglia” che impedirà ai bambini di navigare in siti dai contenuti inappropriati.
  • Tenere sempre a mente che l’età minima necessaria per usare un social media è 13 anni. In alcuni casi non esistono controlli, ma solo raccomandazioni.Per questa ragione è importante che i piccoli internauti siano CONSAPEVOLI che il mondo in cui stanno entrando può nascondere delle insidie e che non tutti i contenuti sono adatti ai piccoli. L’informazione e il dialogo sono sempre le armi migliori per insegnare a sfruttare al meglio un canale di comunicazione che fa parte della realtà di tutti noi.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2021 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons