Loading...

Eosinofili alti in gravidanza: cause e rischi

eosinofli-alti-gravidanzaLa gravidanza è il periodo della nostra vita durante il quale verremo sottoposte con più frequenza ad esami medici ed analisi. Il sangue e le urine vengono monitorate costantemente e qualche volta, cosa normale che capita a tutte, qualche valore potrebbe anche mostrarsi come fuori norma.

Oggi parliamo degli eosinofili, una sotto-categoria dei globuli bianchi, i cui valori potrebbero essere alti o comunque sopra ai valori che vengono ritenuti normali anche durante la gravidanza.

Vediamo insieme cosa questo possa voler dire, se sia o meno il caso di preoccuparsi oppure se si tratta di una reazione tutto sommato normale che non dovrebbe causare alcun tipo di preoccupazione.

Cosa sono gli eosinofili?

Si tratta di un sottogruppo dei globuli bianchi, le particelle che nel nostro sangue sono deputate alle difese immunitarie. Gli eosinofili sono globuli bianchi specializzati per due funzioni fondamentali:

  • Le infezioni parassitarie e/o dei germi;
  • Le reazioni allergiche.

Si tratta dunque di agenti la cui presenza nel nostro sangue è completamente normale, e che dovrebbe attestarsi tra il 2% il 4% della totalità dei nostri globuli bianchi.

Quali sono le cause che possono portare a eosinofili alti in gravidanza?

Le cause che possono portare alla presenza di eosinofili alti in gravidanza sono in genere:

  • Patologie a carico dell’apparato respiratorio;
  • Fenomeni allergici che colpiscono l’apparato respiratorio, come asma, bronchiti allergiche, riniti allergiche.

Gli altri fenomeni di carattere allergico, come vedremo tra pochissimo, in genere non sono in grado di andare a far innalzare il livello di eosinofili.

Se siamo allergiche al polline

Il caso più tipico è quello delle allergie stagionali, tipicamente quelle al polline, che possono causare fenomeni importanti come i disturbi respiratori e le riniti allergiche. Nel caso in cui soffrissimo di allergie di questo tipo, la presenza di un’eccessiva concentrazione di eosinofili nel nostro sangue non dovrebbe essere eccessivamente preoccupante.

Nel caso di attacchi di germi

Il secondo caso tipico, come abbiamo visto poco sopra, è quello delle infezioni causate da germi. Si tratta sicuramente di uno scenario più preoccupante per chi sta affrontando una gravidanza e dovrebbe essere analizzato immediatamente sia dal ginecologo che dal nostro medico curante.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons