Loading...

Esperienze infantili negative: come impattano sulla salute dei bimbi

Le esperienze durante l’infanzia, sia negative che positive, influenzano la crescita del bambino sotto molti aspetti. Tra questi il suo benessere mentale, la sua emotività, il modo di approcciarsi nelle relazioni di ogni tipo.

I traumi possono generare i primi sintomi di ansia e depressione già in tenera età. Per molti anni il tema delle catastrofiche conseguenze del trauma psicologico sulla salute dei bambini è stato quasi ignorato.

Per fortuna, dopo numerose pubblicazioni scientifiche, sono stati fatti enormi progressi per conoscere gli effetti di questo fenomeno. Non solo, anche sulle possibili soluzioni da mettere in pratica.

Quali sono le principali conseguenze delle esperienze negative?

Secondo lo studio condotto dalla professoressa Christina Bethell della Bloomberg School of Public Health, in Baltimora, esiste una correlazione diretta tra le esperienze dell’infanzia e salute mentale in età adulta.

La mancanza di amore da parte dei genitori, o altre situazioni traumatiche di varia natura, creano dei livelli elevati di stress nel bambino, con conseguenze sullo sviluppo del cervello.

Egli avrà difficoltà ad instaurare rapporti positivi con gli altri, causato dal rigido muro di diffidenza che costruisce per proteggersi.

Gli effetti dei traumi infantili sulla salute: i risultati di uno studio

Un team di scienziati dell’Università di Washington ha monitorato la crescita di un campione di 247 bambini per un dato periodo di tempo, osservando in particolare gli effetti delle esperienze negative. Lo studio ha determinato diversi risultati interessanti:

  • l’abbandono, o un atteggiamento anaffettivo da parte di uno o entrambi i genitori, nei primi anni di vita provocano un ritardo dello sviluppo durante la fase della pubertà;
  • le violenze fisiche, psicologiche o sessuali nei bambini causano un accelerazione dell’invecchiamento biologico e una maggiore tendenza a soffrire di depressione. I primi sintomi possono mostrarsi in pre-adolescenza.

I ricercatori hanno rimarcato quanto sia prezioso il lavoro della psicologia infantile. Solo grazie alla comprensione del trauma d’origine, e dei suoi effetti sul benessere del bambino, si può mettere in atto una terapia che lo aiuterà a vivere meglio.

In conclusione, le esperienze positive da piccoli diminuiscono moltissimo le possibilità di avere problemi psicologici e relazionali in futuro. Tuttavia la loro influenza sul modo di reagire alle difficoltà da adulti è ancora un grosso punto di domanda.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

© 2022 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons