Loading...

Essere mamma: cosa cambia nella vita

Nove lunghi mesi. Nove mesi di preparazione, di profondi cambiamenti fisici, di tempeste ormonali, di attenzioni…

Poi arriva il fatidico giorno, il giorno che cambierà la vita di una donna per sempre. Sembra questo il punto d’arrivo, il culmine di tutto il lungo periodo passato. In realtà il parto è solo l’inizio.

La nostra epoca vive con una visione piuttosto idealizzata della maternità, secondo la quale una madre deve necessariamente sentirsi completa, felice e appagata.

Il più delle volte una madre è felice del suo ruolo, svolge le sue “mansioni” con infinito amore e sana dedizione, ma il ruolo di madre non cancella la natura di essere umano, e come tale dotato di non uno, ma mille sentimenti a volte contrastanti.

Le difficoltà di una madre

La stanchezza, il sonno, il continuo senso di inadeguatezza, il senso di di isolamento, la preoccupazione, il peso della responsabilità… Fa tutto parte del “pacchetto”.

Immaginare una madre che soffra per il peso del suo ruolo è un’immagine sgradevole, ma reale. Fa parte della stessa medaglia della gioia infinita che una nascita porta con sé.

Purtroppo la società non sempre rende la vita di una madre più semplice: spesso l’ambiente lavorativo è ostico. Ottenere un part time, la maternità, le ore per l’allattamento, sono successi per i quali non si dovrebbe combattere, ma spesso è così.

Le gioie di una madre

Essere madre, resta comunque uno dei doni più stupefacenti che la natura ci abbia donato. Ci si sente parte della creazione, si sente di avere sempre un motivo per esistere.

Guardare il proprio bambino (o i propri bambini) vivere, ti fa pensare che infondo, alla fine, tutto andrà bene. Vederli sorridere, interagire con il mondo, cavarsela nelle difficoltà è quanto di più gratificante possa esistere.

La vita di una madre non è affatto semplice, anzi, a volte è davvero complicata, ma questo non la rende affatto meno gradevole.

La cosa importante è la consapevolezza che il tripudio di emozioni che si provano, non sono il principio di una sindrome bipolare, né di un esaurimento nervoso, ma solo le mille e più sensazioni che la maternità porta con sé.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

© 2022 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons