Loading...

Febbre alta nei bambini: cosa fare?

bambino febbre altaLa febbre alta, e con questa locuzione ci riferiamo ad una febbre che abbia raggiunto almeno i 38,5° C, è una realtà per moltissimi bambini. Almeno una volta nella loro vita, tutti superano questa soglia, creando non poche preoccupazioni ai genitori.

Ma la febbre alta è pericolosa? Cosa fare? Perché raggiunge questi livelli? Vediamo di dare delle risposta a questi e ad altri quesiti.

La febbre alta è grave?

Eccoci qui, a smontare la prima leggenda metropolitana. No, la febbre alta non è necessariamente segno dello sviluppo di una patologia grave, anzi. Certo in presenza di altri segni come un alto numero di globuli bianchi e segni di malessere generale, potrebbe essere il caso di un’infezione batterica importante, ma comunque non è sempre questo il caso.

Si possono sviluppare febbri piuttosto alte anche per motivi legate alla stanchezza o a qualche leggero malanno di stagione.

Si deve sempre abbassare la febbre?

No, la febbre è uno dei meccanismi difensivi del corpo del bambino e quindi non va necessariamente abbassata. Vanno scelti farmaci che la abbassino solo quando la febbre sia accompagnata da segni più generali di malessere, ovvero quando l’alta temperatura sta causando problemi al bambino.

Posso fare le spugnature?

Le spugnature sono un metodo vecchio, superato e inutile per far abbassare la febbre nel bambino. Vanno assolutamente evitate, in quanto non sono in grado di produrre risultati e pongono eccessivamente sotto stress un corpo già martoriato dalla febbre.

Cosa usare in caso di febbre alta del bambino?

I principi medici utilizzati per far abbassare la febbre nei bambini sonoin genere due: l’ibuprofene e il paracetamolo. Si tratta di reagenti che sono contenuti in un numero enorme di medicinali da banco, anche se le loro forme più comuni sono sicuramente Aspirina e Tachipirina.

Alternare le due medicine, come consiglia qualche nonna, è assolutamente inutile. Dopo qualche settimana da mamma individuerete quale delle due è preferita dal vostro bambino e continuerete ad utilizzare quella.

Meglio le gocce o le supposte?

Sicuramente meglio le gocce, che garantiscono un assorbimento più graduale e costante. Le supposte vanno utilizzate soltanto quando è il medico a consigliarle per altri motivi, ad esempio quando la febbre è accompagnata da vomito, che renderebbe assolutamente inutile l’assunzione di farmaci per via orale. 

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons