Loading...

Ferritina alta durante la gravidanza: cause e rimedi

ferritinaLa ferritina alta è un valore che in genere non si presenta di frequente durante la gestazione, ma che può comunque fare capolino in determinate situazioni.

Le cause che possono portare a questo tipo di problematica sono le più disparate e andremo ad analizzarle, una per una, andando a capire di concreto anche cos’è la ferritina e perché è un valore importante per misurare il nostro stato di salute.

La “normalità” durante la gravidanza

Generalmente la gravidanza è accompagnata dal problema inverso, ovvero da una riduzione, in alcuni casi piuttosto drastica, dei livelli di ferritina. Questo è dovuto al fatto che, durante tutto il periodo della gestazione, la ferritina è consumata a ritmi decisamente più alti e dunque il nostro corpo, per quanto possiamo cercare di integrare questa particella con la dieta, non ne trova a sufficienza per mantenere i livelli stabili.

Si tratta di una condizione comune, con però alcuni soggetti che potrebbero trovarsi a vivere l’esatto contrario.

Quali sono i sintomi della ferritina alta?

La ferritina, anche quando è alta oltre i livelli di guardia, spesso non da sintomi. Per ravvisarne la presenza sono necessarie le analisi del sangue che vadano ad analizzare:

  • Sideremia;
  • Saturazione della transferrina;
  • Emocromo;
  • Reticolociti;
  • Transaminase;
  • Colesterolo, trigliceridi, glicemia, uricemia.

Quali sono i livelli di guardia?

I livelli che possiamo ritenere di guardia per quanto riguarda la ferritina sono di 400 particelle per ml di sangue. Si tratta di livelli che vengono ritenuti piuttosto stabili, anche durante il periodo della gestazione.

Ci sono terapie adeguate?

In caso di presenza di livelli e valori troppo alti di ferritina durante la gravidanza, è assolutamente necessario discuterne con il proprio medico e con il proprio ginecologo. Nella grande maggioranza dei casi si agisce con:

  • Prelievi periodici di sangue, che forzano il corpo ad un consumo più alto di ferritina per la rigenerazione del sangue;
  • Dieta che abbia un contenuto in ferro decisamente più basso.

Non sono previsti in alcun caso medicinali o terapie di tipo comunque farmacologico.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons