Loading...

Fibroma in Gravidanza: cosa fare?

fibromaIl fibroma è una problematica piuttosto comune a carico dell’utero. Si tratta di un problema tipico delle donne fertili e che insorge molto di frequente proprio durante la gravidanza.

A questo si aggiunge il fatto che, essendo praticamente sintomatici, spesso i fibromi vengono scoperti proprio durante le visite di controllo per le gravidanze.

Si tratta di una problematica che desta, ragionevolmente, preoccupazione nella futura mamma ed è per questo motivo che abbiamo deciso di dedicare un articolo a quello che è uno dei problemi più comuni che le donne si trovano ad affrontare durante la gravidanza.

Ci sono effetti sul feto?

La preoccupazione principale per chi sta vivendo una gravidanza è quella degli effetti potenziali del fibroma, ovvero della neoplasia uterina, sul feto.

Si tratta di un problema reale, dato che un fibroma di volume interessante potrebbe andare a compromettere il buon esito della gravidanza, anche se starà al ginecologo vagliare quale delle due ipotesi, ovvero quella di tentare di portare comunque a termine la gravidanza oppure procedere con un intervento di tipo chirurgico, abbia più senso.

Si tratta dunque di problematiche difficili da prevedere e da considerare anche da parte del più esperto dei ginecologi.

La possibile terapia qual è?

La scelta della terapia è completa responsabilità del ginecologo. In genere vengono presi in considerazione fattori come l’età della mamma, la localizzazione stessa del fibroma e anche il periodo della gestazione. La rimozione chirurgica viene in genere riservata solo ai casi più gravi: si tratta di un intervento che aumenta a dismisura i rischi di aborto ed è dunque lasciata come terapia residuale.

Nella grande maggioranza dei casi si procede invece con una terapia di tipo farmacologico, che ha come obiettivo quello di andare a correggere la contrattilità uterina e, in ultimo, a garantire l’esito positivo della gravidanza.

Chi è a rischio?

Sono a rischio di fibroma durante la gravidanza:

  • Donne oltre i 40 anni;
  • Donne che hanno avuto una storia precedente di fibromi;
  • Donne che hanno una storia familiare di fibromi.

In tutti questi casi sarebbe il caso di discutere con il medico quelle che sono le modalità migliori di concepimento.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons