Loading...

Fiori di Bach in Gravidanza: proprietà e controindicazioni

fiori di bachOgni donna vive, oltre che ad uno stravolgimento fisico e ormonale, anche uno stravolgimento d’umore e psichico durante la gravidanza. Non è facile adattarsi al proprio ruolo e non è assolutamente facile tenere sotto controllo quelle che sono le nuove ansie, i nuovi timori, le nuove paure sia per il parto che per il nostro futuro di mamma.

L’insicurezza e le tensioni sono dietro l’angolo ed è per questo motivo che si può avere bisogno di un po’ d’aiuto, di qualcosa che permetta di rilassarci durante la gravidanza e affrontare con più serenità quello che è un momento che dovrebbe essere comunque felice.

A questo scopo si potrebbe pensare di ricorrere ai fiori di Bach, una sostanza che è alla base della floriterapia e che consente di ottenere importantissimi benefici a livello d’umore e anche psichico.

Di che si tratta?

Si tratta di piante officinali oppure di fiori che hanno interazioni positive con il nostro corpo. Si tratta di fiori che vengono in genere prescritti per andare ad aiutare persone che stanno vivendo situazioni particolari di stress e che, non avendo alcun tipo di controindicazione, possono essere utilizzati anche durante la gravidanza.

Il fiore che in genere viene prescritto a chi vive una gravidanza un po’ turbolenta è il Walnut, il fiore della protezione, del sostegno psicologico e che permette anche di rilassarsi.

Si tratta di un fiore che viene in genere prescritto durante la gravidanza, soprattutto all’inizio, e che può permetterci di affrontare con più serenità il particolare momento di trasformazione che stiamo vivendo.

Anche il Crab Apple è un fiore particolarmente indicato per ridonare autostima e liberarci dalla paura di perdere il nostro compagno.

Il Red Chestnut invece serve ad aiutare a liberarsi da quella sensazione di iperprotettività che in genere colpisce durante i primi mesi della gravidanza.

Anche contro la malinconia

L’ultimo dei fiori che vi sentiamo di consigliarvi è il Mustard, in genere proposto a chi vive situazioni di particolare tristezza e melanconia. Si tratta però, almeno in questi casi, di patologie psichiche e di condizioni dell’umore che andrebbero affrontate di concreto con il proprio medico, trattandosi di problematiche che forse esulano da quello che è il campo d’azione dei fiori di Bach.

Niente controindicazioni, ma meglio contattare il medico

Non ci sono in genere controindicazioni che riguardano l’assunzione dei fiori di Bach, anche se è comunque una buona idea discuterne l’assunzione con il proprio medico curante.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons