Loading...

Fumare in gravidanza: ecco cosa succede

fumare in gravidanzaE’ ormai risaputo che fumare durante i nove mesi della gestazione non faccia bene al bambino. Tuttavia, non sarebbe salutare nemmeno fumare dopo il parto, in presenza del piccolo. Ma perché? Quali sono i rischi che corre il bambino se si fuma durante e dopo la gravidanza?

Tutti i medici sconsigliano alle future mamme di fumare durante il periodo di dolce attesa. Se anche tu ti stai chiedendo quali sono, effettivamente, i rischi, allora questo è l’articolo che fa al caso tuo perché oggi analizzeremo insieme la questione.

Quali sono i rischi per il feto se si fuma durante la gravidanza?

Così come accade per le sostanze nutritive contenute nel cibo che viene ingerito dalla futura mamma, anche il fumo delle sigarette può raggiungere con facilità il corpicino del piccolo che porta in grembo, comportando delle conseguenze anche gravi.

Tra i rischi più importanti che possono derivare dal fumo durante la gravidanza, abbiamo soprattutto la comparsa di danni a livello del sistema nervoso, oppure la comparsa di disturbi del comportamento durante il suo sviluppo.

Infatti, visto che il fumo causa una diminuzione dell’ossigeno nel sangue, il bambino di una madre fumatrice ha maggiori probabilità di manifestare comportamenti aggressivi e iperattivi, ma ci occuperemo di questo più avanti.

Quali sono i rischi correlati al fumo passivo?

Il fumo, però, non è dannoso solo durante il periodo della gestazione ma, come molti di voi sapranno, è altrettanto nocivo anche il fumo passivo, ossia quello che respirano le persone che si trovano nei paraggi della fumatrice e, tra queste persone, può trovarsi anche il bambino.

Tra i principali rischi correlati al fumo passivo abbiamo sicuramente una certa familiarità con problemi come l’asma, ma andiamo a vedere più avanti quali sono, effettivamente, i disturbi che possono derivare dal fumo, sia durante la gravidanza, sia dopo il parto.

Quali sono i problemi che possono derivare dal fumo prima e dopo il parto?

Tra i disturbi più comuni ricordiamo:

  • Un parto prematuro;
  • L’aumento di infezioni cutanee e respiratorie durante l’adolescenza ma anche in età adulta;
  • Il rischio di sviluppare un tumore infantile;
  • Il rischio di nascere sottopeso;
  • L’aumento del rischio di una infezione neonatale;
  • Problemi a livello comportamentale.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons