Loading...

Gardnerella in Gravidanza: sintomi, cause e cura

gardnellaLa Gardnerella colpisce più frequentemente le donne rispetto agli uomini. Se contratta da una donna, la malattia viene chiamata vaginosi batterica. A causa della Gardnerella, la  flora vaginale si indebolisce e lascia proliferare i batteri. Il principale responsabile della malattia è il batterio gardnerella vaginalis.

La vaginosi è un’infezione molto comune per le donne ed è ancor più semplice che insorga durante la gravidanza. Come detto in precedenza, anche gli uomini possono essere colpiti dal batterio gardnerella, ma  l’infezione spesso non presenta sintomi.

Cause

Nella vagina ci sono vari tipi di microrganismi tra cui vari tipi di lactobacilli che mantengono la flora batterica vaginale in condizioni ottimali. Gli squilibri del naturale pH creano le condizioni per lo sviluppo di batteri cattivi che impediscono alla normale flora di ripristinarsi.

Le donne incinte sono maggiormente a rischio di Gardnerella. La carenza di ferro può essere correlata alla vaginosi nelle donne incinte. Anche lo stress può abbassare le difese immunitarie e aiutare lo sviluppo di infezioni. Uno dei batteri responsabili della Gardnerella è lo streptococco. Una delle principali cause di infezione da streptococco è la cattiva igiene intima, mentre le feci sono il principale veicolo di batteri.

Sintomi e diagnosi

Prurito, sensazione di bruciore, strane perdite e cattivo odore, sono i principali sintomi dell’infezione. Anche la candida, che a differenza della gardnerella è un’infezione fungina e non batterica, può presentare gli stessi sintomi, quindi è sempre importante rivolgersi ad un medico. Il cattivo odore di cui parliamo è spesso associato ad un intenso e fastidioso odore di pesce.

Per riconoscere il batterio, il ginecologo sottoporrà la paziente ad un controllo e ad alcune analisi effettuate tramite prelievo di fluido vaginale. In generale la diagnosi è semplice e veloce, altrettanto lo è la terapia. Se curata correttamente non causerà troppi problemi.

E durante la gravidanza?

Le donne in dolce attesa affette dal batterio vanno incontro a problemi che possono destare qualche preoccupazione in più. Se non curata, la Gardnerella è responsabile di parti prematuri e la donna può avere un bambino con peso inferiore alla norma.

La Gardnerella può infettare l’utero e le tube di Falloppio e può provocare sterilità. Può inoltre aumentare il rischio di una futura gravidanza extrauterina e mettere a rischio la vita della madre e del bambino.

Cura e terapia

La terapia contro la Gardnerella  è fondamentale durante la gravidanza. Se in passato avete avuto un parto prematuro o il vostro bambino è nato con un peso inferiore alla norma consigliamo di effettuare analisi per la vaginosi, soprattutto se siete intenzionate ad avere un altro bambino o se siete già incinte.

La gardnerella si cura con i normali antibiotici (come metronidazolo o clindamicina) prescritti dal vostro medico.

La vaginosi  può andare incontro a recidive poiché viene trasmessa anche al partner che spesso può non presentare sintomi. Generalmente il partner deve seguire una terapia antibiotica simile a quella della donna.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons