Loading...

Ghiandole di Skene: cosa sono

L’apparato riproduttivo della donna è molto complesso e composto da tantissimi organi diversi. Ci sono anche tante ghiandole utili per le funzioni di accoppiamento che però possono infiammarsi e causare qualche problema.

Vediamo ora di conoscere meglio le ghiandole di Skene e di capire che cosa sono e a cosa servono. Cerchiamo di scoprire anche quali sono le problematiche che possono affliggerle.

Continua a leggere la nostra guida di oggi per scoprire tutto su queste particolari ghiandole che fanno parte del tuo apparato.

Cosa sono e a cosa servono

Nell’apparato genitale femminile ci sono delle ghiandole particolari chiamate ghiandole di Skene. Si tratta di due strutture con forma tondeggiante che si trovano nello spessore della cute che ricopre il vestibolo della vagina.

Si trovano in prossimità dello sbocco dell’uretra distale, sono disposte in maniera simmetrica e sono circondate da tessuto epiteliale in parte costituito dalle piccole labbra e dalla vulva e presentano dei dotti escretori chiamati dotti di Skene.

Come le ghiandole di Bartolini secernono fluidi in stato di eccitazione sessuale. Queste ghiandole di Skene sono piccole e non palpabili a meno che non ci sia una malattia o una infezione in corso.

Problematiche associate

Le ghiandole di Skene si possono infiammare e formare delle cisti. Ne sono afflitte più comunemente le donne in età riproduttiva e in particolare quelle tra i 20 ed i 30 anni.

Le altre condizioni patologiche che possono colpire le ghiandole di Skene sono:

  • Infiammazioni;
  • Infezioni;
  • Traumi;
  • Malattie sessualmente trasmesse come gonorrea, tricomoniasi e clamidia;
  • Neoplasie;
  • Cisti di Skene.

Le cisti di Skene compaiono se si ostruiscono i dotti escretori. Queste cisti possono rimanere asintomatiche per lungo tempo ma, se si infettano possono causare la formazione di ascessi contenenti pus.

Fortunatamente le neoplasie sono molto rare ed è difficile che attacchino queste ghiandole. Se avverti fastidi e sintomi nella zona intima e non capisci bene quale possa essere la causa, rivolgiti al tuo medico e non esitare a prenotare una visita.

Pensare che passi tutto autonomamente non è bene per la tua salute. A presto! E continua a seguire sempre le nostre guide sulla gravidanza e la maternità.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

© 2022 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons