Loading...

Herpes cutaneo in gravidanza: cause, sintomi e cura

herpes cutaneoL’herpes cutaneo è uno stato patologico molto comune, volgarmente conosciuto come “sfogo di S. Antonio” ed è causato dallo stesso tipo di virus che sta alla base della famosa Varicella.

In questo articolo vedremo insieme quali sono le cause principali dell’herpes cutaneo (herpes Zoster), ma soprattutto che cosa succede quando a contrarlo è una donna in dolce attesa, e se il bambino potrebbe andare incontro a rischi specifici

Che cos’è l’herpes cutaneo? Da cosa è causato?

Come abbiamo già accennato nell’introduzione l’herpes cutaneo, è conosciuto anche come il Fuoco (o lo sfogo) di S. Antonio. Si tratta di un particolare processo infettivo che viene innescato da un virus specifico chiamato Herpes Zoster.

L’Herpes Zoster è lo stesso che causa la varicella e, una volta debellata la patologia, esso rimane nel nostro organismo come virus latente e si riattiva in particolari situazioni, ad esempio:

  • Nel caso in cui l’individuo stia attraversando un periodo particolarmente stressante;
  • Quando le difese immunitarie sono piuttosto deboli.

Il contagio di questo virus avviene attraverso il contatto diretto con il liquido che si trova nelle classiche vescicole che ne caratterizzano il quadro sintomatologico.

Quali sono i sintomi dell’herpes cutaneo?

sintomi tipici dell’herpes cutaneo sono i seguenti:

  • Bruciore;
  • Prurito della zona interessata;
  • Comparsa di vescicole.

Cosa succede se a contrarlo è una donna incinta?

Quando una donna in dolce attesa contrae l’herpes cutaneo, non c’è niente di cui preoccuparsi in quanto, grazie agli anticorpi da essa prodotti, il feto sarà lontano da ogni rischio. 

Il problema, però, sorge nel momento in cui l’herpes dovesse localizzarsi nei pressi dei genitali della donna. In questo modo, il bambino, passando per il canale del parto, potrebbe contrarre il virus. Per questo motivo, in tal caso, si consiglia di procedere con un parto cesareo.

Per il trattamento di questo tipo di infezione virale, nel caso fossi incinta, il medico ti prescriverà un trattamento farmacologico locale, ad esempio delle pomate specifiche.

In ogni caso, se noti la formazione di particolari pustole o l’arrossamento cutaneo che ti provoca un certo prurito, ti consigliamo di chiamare subito il tuo medico, così da risolvere il problema prima possibile.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons