Loading...

Herpes vaginale: sintomi, cura e problemi in gravidanza

herpes vaginaleL’herpes vaginale è causato da un virus, l’ HSV-2, che causa un’infezione dei genitali. La malattia di solito scompare in un paio di settimane, ma può rimanere in circolo e causare recidive nel tempo. Le recidive si presentano in momenti di stress o di difese immunitarie basse e possono apparire anche durante il ciclo mestruale. Talvolta il virus può rimanere silente ed essere asintomatico.

Il virus si trasmette attraverso i rapporti sessuali, anche quelli orali. Non utilizzate mai sex toys di altre persone che possono diventare veicolo per il virus. Purtroppo entrambi i partner sono a rischio e devono seguire assieme una terapia per eliminare l’ HSV-2.

Durante una gravidanza i problemi relativi all’herpes vaginale sono da tenersi sotto stretto controllo perché possono causare grandi fastidi. Inoltre il virus può trasmettersi al bambino e arrecare anche gravi danni.

Sintomi

I sintomi più comuni di un herpes genitale sono:

  • Bruciore;
  • Prurito;
  • Vesciche;
  • Ulcere;
  • Dolore;
  • Croste;
  • Gonfiore genitale, anale o all’inguine;
  • Perdite di fluidi o di sangue;
  • Febbre;
  • Emicrania;
  • Dolori alle articolazioni;
  • Stitichezza.

Se presentate questi sintomi dopo rapporti non protetti, correte dal medico. Se trascurato l’herpes può provocare, anche se in rari casi,  meningite e/o encefalite e aumentare il rischio di contrarre l’HIV in caso di contatto.

Se siete incinte dovete necessariamente correre ai ripari in maniera tempestiva. Il virus può trasmettersi al neonato durante il parto. Non spaventatevi eccessivamente perché l’herpes genitale può essere seriamente pericoloso per il bambino, solo se la donna lo contrae in gravidanza (quindi non prima) o nell’ultimo trimestre.

In caso di contagio durante la gravidanza o poco prima del parto il bambino può avere problemi di congiuntivite e alle mucose del naso o della bocca e in casi molto gravi può essere addirittura fatale.

Per evitare che il vostro bambino subisca le conseguenze dell’herpes genitale e per minimizzare le possibilità di contagio, di solito si preferisce evitare un parto naturale e optare per il cesareo.

Diagnosi e trattamento

Il virus dell’herpes vaginale si individua tramite un semplice esame del sangue. Chiedete sempre al medico quale test è più affidabile. Solitamente vengono utilizzati farmaci antivirali che addormentano il virus, l’ HSV-2 non si può curare definitivamente, rimane in circolo nel corpo anche se può benissimo non ripresentarsi.

Si può tranquillamente prevenire il virus dell’HSV-2 non esponendosi a rapporti sessuali non protetti e seguendo le normali norme igieniche.  Per quanto riguarda la terapia farmacologica e le eventuali conseguenze della malattia durante la gravidanza e il parto, è necessario discuterne con il proprio medico e ginecologo.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons