Loading...

I bambini possono mangiare il tartufo?

tartufoQuando i bambini iniziano a crescere, si desidera sempre insegnarli ad apprezzare nuovi sapori. Il sapore del tartufo è particolarmente intenso e prelibato e molti genitori vorrebbero che anche i loro figli lo apprezzassero, ma i piccoli possono mangiare il tartufo o ci sono delle controindicazioni?

Non tutte le pietanze che gli adulti apprezzano sono amate anche dai bambini o possono essere proposte tranquillamente ai più piccoli. Nell’articolo di oggi vi parleremo del tartufo nell’alimentazione dei bimbi e delle eventuali controindicazioni dovute al consumo.

Tartufo e bimbi: cosa fare?

Il tartufo fresco presenta delle problematiche in più rispetto a quello trattato. Se consumato fresco, il tartufo potrebbe trasmettere al bambino la toxoplasmosi, una patologia quasi completamente innocua per gli adulti, ma che in alcuni casi potrebbe risultare problematica per i bimbi. Questa malattia si trasmette all’uomo se il tartufo non è ben pulito e se intrappola piccole porzioni di terra. Il rischio di toxoplasmosi si elimina lavando accuratamente e congelando il tartufo per due settimane circa (in questo modo si uccidono tutti i batteri).

I tartufi trattati sono fuori dal rischio di toxoplasmosi, ma potrebbero creare problemi di digestione ai bimbi. Questo accade perché la buccia del tartufo contiene sostanze che risultano pesanti per la digestione dei più piccoli. Prima dei 15 anni la digestione dei bambini è diversa da quella degli adulti e il tartufo potrebbe non essere tollerato.

Anche se il tartufo viene consumato in quantità davvero modeste, è comunque consigliabile aspettare qualche anno prima di proporlo ai più piccoli. La regola vale sia per i tartufi bianchi che per i tartufi neri. Se avrete pazienza e costanza, vedrete che i vostri ragazzi inizieranno ad apprezzare il tartufo e a consumarlo senza problemi.

Per il primo assaggio si consiglia di procedere con il tartufo nero magari cotto leggermente o grattugiato sulla pasta. In questo modo i ragazzi potranno abituarsi gradualmente al sapore e all’odore del tartufo. Con la cottura il sapore del tartufo si alleggerisce e, se è possibile cuocere il tartufo nero, è invece assolutamente sconsigliabile cuocere il tartufo bianco. Per questo vi consigliamo di iniziare a proporre gli assaggi con il tartufo nero.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons