Loading...

I benefici della ginnastica dolce in gravidanza

La gravidanza rappresenta uno dei momenti più delicati nell’esistenza di una donna. Ormoni, forme che cambiano, necessità, abitudini… tutto sembra mutare e questo può generare sentimenti positivi, ma anche tensione.

L’idea che le donne in stato interessante debbano nutrirsi “per due” è ormai ampiamente (e fortunatamente) superata, lasciando spazio alla tendenza opposta che vede le future mamme alle prese con diete e bilancia.

Naturalmente, come sempre accade, la verità è nel mezzo. Ogni gravidanza è a sé e ogni donna deve trovare il modo di sentirsi bene nel proprio corpo, accettando anche i chili di troppo, laddove non rappresentino un pericolo per il nascituro o per la donna stessa.

E lo scopo della ginnastica dolce in gravidanza è proprio quello di far stare bene la futura mamma. Per “dolce”si intende quell’insieme di esercizi che non prevedono un particolare sforzo fisico e che vengono combinati con particolari tecniche per il rilassamento.

A cosa serve la ginnastica dolce in gravidanza

Il fine principale di chi intraprende questa attività non è solo quello di ottenere benefici fisici a livello dell’apparato circolatorio, respiratorio e muscolo-scheletrico, ma anche e soprattutto mentali. Come rendere le future madri più “consapevoli” di se stesse, del loro corpo e delle trasformazioni che esso subisce.

Prima di intraprendere qualunque tipo di attività fisica, o proseguirne una se già si è solite praticarne, è necessario ascoltare il proprio medico curante per essere sicure di essere nelle condizioni adatte per se stesse e per il “prezioso carico” che si porta in grembo.

Quali tipi di ginnastica dolce

Una volta che il medico ha dato il via libera e una volta compreso che esistono linee guida indicative ma non verità assolute, è possibile scegliere la ginnastica dolce più adatta alle proprie esigenze.

Esiste infatti una prima grande distinzione tra ginnastica in acqua e quella a secco. Nella prima categoria rientrano le discipline legate all’acqua motricità, in particolare acquagym, mentre la seconda categoria comprende principalmente yoga e pilates.

Qualunque tipo di attività sportiva decida di intraprendere la futura mamma è importante sapere che gli unici parametri che debbano guidarla nella scelta sono una buona dose di buonsenso e una grande capacità di autoascolto.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

© 2022 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons