Loading...

Ibuprofene, si può usare in gravidanza?

ibuprofenePer ogni futura mamma, il periodo della gravidanza significa cambiamento, sia nel corpo che nelle abitudini quotidiane. Durante la gravidanza ci si può trovare a combattere contro qualche fastidioso doloretto che in genere si combatte con l’utilizzo di ibuprofene.

Sappiamo bene che durante la gravidanza è sconsigliabile assumere medicinali, ma anche l’ibuprofene è messo al bando? Nell’articolo di oggi vi parleremo dei possibili rischi dell’utilizzo di ibuprofene durante la gravidanza e vi aiuteremo anche a chiarire gli eventuali dubbi al riguardo.

Ibuprofene in gravidanza: si può?

L’ibuprofene è un farmaco ad azione antinfiammatoria, analgesica ed anche antipiretica. Deriva dall’acido fenilpropionico e fa parte della famiglia dei FANS, ovvero dei Farmaci Antinfiammatori Non Steroidei. Questo tipo di farmaci inibisce la sintesi delle prostaglandine e agisce su un particolare enzima, ovvero l’enzima del ciclossigenasi.

Gli studi condotti fino ad oggi confermano che l’ibuprofene passa la barriera della placenta. Durante il primo trimestre, se l’uso è occasionale, non si evidenziano anomalie nei nuovi nati che vengono esposti al farmaco.

Purtroppo però il consumo di ibuprofene nel primo trimestre potrebbe aumentare il rischio di un aborto spontaneo, soprattutto nei casi in cui il farmaco sia stato assunto nel periodo immediatamente seguente al concepimento (il 10% delle donne che ha assunto ibuprofene in prossimità del concepimento ha avuto un aborto spontaneo). In alcuni rari casi nei neonati che sono stati esposti ad ibuprofene durante la gravidanza sono stati riscontrati:

  • Gastroschisi;
  • Atresia intestinale;
  • Criptorchidismo.

Si tratta però di casi sporadici che non sono ancora stati confermati e che potrebbero essere frutto di comparse casuali. Dopo la ventottesima settimana però, il consumo di ibuprofene è altamente sconsigliato.

L’Ibuprofene potrebbe procurare il restringimento o anche una chiusura prematura del dotto arterioso fetale del feto e il bambino potrebbe iniziare a soffrire di ipertensione polmonare e/o anche di una riduzione della funzionalità dei reni.

Gli studi confermano che durante l’allattamento l’ibuprofene passa nel latte, anche se in minime quantità. Non sono state ancora evidenziate delle controindicazioni. In alternativa all’ibuprofene si consiglia di assumere paracetamolo, che risulta meno rischioso. In qualsiasi caso è necessario consultare un medico e ricordarsi di evitare assolutamente le cure fai da te, soprattutto in gravidanza.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons