Loading...

Il bambino parla a voce alta: come insegnargli ad abbassare i toni

Bambini vivaci, rumorosi, esplosivi! Perfettamente a loro agio nel rumore, di cui spesso sono i principali artefici.

Se un bambino (o una bambina) usa spesso un tono di voce piuttosto alto, potrebbe non essere nulla di preoccupante, ma un semplice fattore caratteriale.

Tuttavia, se l’uso di toni particolarmente alti è molto frequente e se capita spesso che abbia una voce rauca, probabilmente diventa necessario prestare attenzione alla cosa.

Perché urla?

Una volta capito che l’abitudine ad urlare è qualcosa che va esaminato con maggiore attenzione, cerchiamo di individuarne le cause:

Possiamo dividere tra cause fisiologiche e comportamentali.

Tra le principali cause fisiologiche troviamo dei problemi all’udito: anche lievi alterazioni di questo senso, infatti, possono determinare una errata percezione del suono e costringere il piccolo ad aumentare il volume.

Lo stesso si verifica in caso di otiti frequenti o in presenza di problemi respiratori legati alle adenoidi .

In circostanze simili, è necessario ricorrere a visite specialistiche del caso e intraprendere la terapia prevista.

Ma se i fattori fisiologici vengono esclusi, è necessario porre l’attenzione su quelli comportamentali e le loro cause:

  • Attirare l’attenzione; se il piccolo si sente in qualche modo trascurato da mamma e papà.
  • Farsi ascoltare dagli adulti, o molto spesso da fratelli e sorelle maggiori che in alcuni casi tendono ad ignorare le parole dei più piccoli generando in loro frustrazione e rabbia.

Come intervenire

La prima regola, come spesso accade, è dare il buon esempio. Mostrare come usare un corretto tono di voce, anche quando avremmo voglia di urlare più di lui/lei.

E’ inoltre necessario avere una buona igiene del suono: la casa non deve essere necessariamente una discarica di suoni, urla e varie. Esistono momenti adatti per ciascuna azione, nel rispetto di tutti.

Ignorare le richieste del piccolo se fatte urlando. Punto di difficile realizzazione ma assolutamente essenziale!

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

© 2022 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons