Loading...

Insaccati e bambini: si possono dare senza problemi?

insaccati e bambiniGli insaccati fanno parte della nostra cultura e si trovano in tutti i supermercati, nelle più svariate tipologie: salami freschi, stagionati e affettati.

Spesso questi alimenti, molto saporiti, fanno gola ai bambini, ma possono dare problemi?

Gli additivi utilizzati per la preparazione dei salumi

Il nitrato è un elemento presente in svariati cibi, tra i quali l’acqua e molti alimenti vegetali.

Questo elemento di per se non è dannoso al nostro organismo, ma potrebbe diventarlo nel momento in cui si trasforma in nitrito a causa del calore o di periodi di conservazione.

I nitriti tendono a legarsi alle proteine del sangue, facendo ridurre il trasporto di ossigeno ai tessuti.

Questa trasformazione fa si che la sostanza diventi nociva, in quanto potrebbe causare prolematiche di asfissia e difficoltà respiratorie a coloro che ingeriscono questi alimenti.

Il baterio Escherica coli

L’Escherica coli è un batterio che si trova nell’intestino degli animali e degli esseri umani.

Questo batterio potrebbe contaminare i prodotti alimentari, tra i quali i salumi.

Ingerire un alimento contaminato da questo batterio potrebbe provocare dissenteria, infezioni alle vie urinarie e, in caso di sensibilità, anche infezioni agli organi interni. Alcuni ceppi di questo batterio possono anche causare gravi infezioni delle vie urinarie.

Solitamente questo batterio viene eliminato dal sale che si usa per la conservazione degli insaccati, ma potrebbe sopravviere, nonostante le fasi di controllo sanitario.

Mangiarli con moderazione

Per evitare di incorrere in problematiche, è importante consumare questi alimenti con moderazione, senza eccedere e senza farli diventare un’abitudine quotidiana.

Ridurre il consumo al massimo una volta ogni quindici giorni, evitando di far consumare salami freschi ai bambini.

Prediligere prodotti confezionati, soggetti ai controlli sanitari ed evitare, almeno fino ai tre anni, di far ingerire ai bambini prodotti di cascina freschi.

Questo perché i prodotti di cascina freschi non sono soggetti ai controlli e lo stomaco di un bambino potrebbe non essere ancora pronto ad assimilare questi alimenti e ad affrontare eventuali infezioni.

 

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons